Design PbtA; non più solo d6

Hola. Da qualche tempo volevo scrivere un qualcosa da giocare coi miei amici di semplice (stile ghost echo o world of dungeons per capirci) per un setting/stile che ci piace molto (na specie di steampunk spaziale), e una delle cose che (non chiedetemi perché) abbiamo sempre desiderato è poter tirare dadi diversi.

L’idea che m’è venuta: ogni stat è un dado poliedrico, con la stessa distribuzione dei valori tipici delle stat di un pbta: -1 è d4, +0 + d6, +1 è d8, +2 + d10, e +3 è d12.

Quando tiri una mossa, tiri la stat + d6, con la stessa distribuzione dei risultati (6-, 7-9, 10+).

Qualsiasi bonus/malus alla mossa è espresso in upgrade/downgrade del d6 che di base tireresti insieme alla stat. Ogni upgrade ne aumenta la taglia, ogni downgrade la diminuisce. Quindi per esempio, invece di avere +1 prossimo, avresti upgrade prossimo (e tiri d8 invece di 6).

La media statistica dei numeri è invariata, ma alcuni risultati sono diversi. Tirare 2d4 ti previene completamente dall’avere successo pieno. E ho l’impressione che così facendo si favoriscano molto i risultati di 7-9 a scapito dei 10+ anche quando tiri 1d12+1d8 (che equivalrebbe a tirare con una stat +3 ed un +1 prossimo).

Qualcuno più bravo di me in matematica sa esprimere un’opinione al riguardo?

5 Mi Piace

Penso sia figo. Anzi, a livello matematico lo preferisco.

Dal punto di vista matematico, formeranno tutti qualche forma di curva a campana, e con due dadi si assomiglieranno tutte. Quello che otterrai è che con i dadi più grossi avrai delle curve più piatte, e coi dadi piccoli delle curve più strette.

A mio parere, matematicamente è più figo (con molti bonus c’è sempre la possibilità di fare tiri bassi), ma chiaramente perdi la semplicità di usare 2d6 – cosa che a te non importa in questo momento.

Dico che è più figo proprio perché i problemi della curva del 2d6 con bonus alti sono noti a tutti quanti abbiano giocato a PbtA per lungo tempo. Semplicemente, Vincent voleva un tiro di dadi semplice da usare, ma non vuol dire sia la distribuzione migliore.

Come house rule, la userei volentieri in tutti i PbtA.

Ho fatto un test semplice qui: https://anydice.com/program/1b3db

Altro test: https://anydice.com/program/1b3dc

2 Mi Piace

Io sono sicuro che su anydice ci sia la possibilità di elencare nella tabella i risultati per categoria (6-, 7-0, 10+), ma non trovo la funzione. E vabbè.

1 Mi Piace

Ecco. https://anydice.com/program/1b3e4

3 Mi Piace

Sei bravissimo! E vedendola così, cavolo, sì, piace un botto di più anche a me come distribuzione statistica.

2 Mi Piace

E nel caso del +4, il miglioramento è proprio indiscutibile: https://anydice.com/program/1b3e7

2 Mi Piace

Questa roba è rivoluzionaria, com’è possibile che nessuno l’abbia mai notato? E poi i d6 sono brutti!

In realtà penso di averlo già visto su The Gauntlet :sweat_smile:

2 Mi Piace

Una delle cose che mi piace di DW, in effetti, è che ha mantenuto gli altri dadi sul tavolo (per i danni differenziati).

mi ricorda in qualche modo Dungeon Crawl Classic … e i dadi Zocchi!

1 Mi Piace

Ma sono gli unici veramente reperibili. Gli altri o sei stato fortunato ad avere una “scatola di D&D” che te li dava o ti attacchi.

A parte questo, la variante è interessante e me la segno anch’io.

Ciao :slight_smile:

le grandi menti…

Ma dai questo no: siamo nel 2020, ci sono mille mila siti online che li vendono…

2 Mi Piace

No, attenzione. Quelle formule sono errate. Mi sembravano un po’ strane, quindi, per semplificare al massimo, ho provato a creare questa:

https://anydice.com/program/1b492

Come puoi vedere, la formula che hai proposto non dà i risultati sperati. Le probabilità di ottenere 7-9 oppure 10 su un singolo d10 non sono quelle.

Come programmatore faccio cacare, ma credo sia perché anydice ritira i dadi in variabile, prima di darti il risultato finale.

1 Mi Piace

Hai ragione, ho sistemato qui: https://anydice.com/program/1b495

Le conclusioni comunque sono simili.

1 Mi Piace

Io credo che tirare i due tipi di dado differenti nel PbtA sia magari divertente come idea di fondo, ma possa impattare in modo pesante l’esperienza di gioco.
Senza considerare che, se hai svariati modificatori, saresti costretto a fare sforzi in più, al tavolo, per trovare la combinazione giusta di dadi.
Il sistema, così com’è proposto, non permetterebbe di tirare se qualcuno Interferisce (dando un -1) e magari la caratteristica di riferimento ha una Debilità, ad esempio Debole -1. Se dai per buono che il dado della caratteristica non si tocca, cosa fai col "dado modificatore, dato che non puoi scendere sotto il d4?

Il 2d6+/-x ha una curva molto morbida e prevedibile, ed è piacevole e semplice calcolare quanto impattano i modificatori.
L’eventuale assenza totale di fallimento, nel caso in cui un PG possegga un modificatore di +5 (o addirittura più alto!), a mio parere non è una mancanza. Se sei uno dei migliori nel tuo campo, hai aiuto da un amico, e condizioni favorevoli (mosse avanzate, equip ecc.), diavolo, ci sta che tu non possa fallire! Ma per me la bellezza del PbtA risiede nel 7-9, e fino a valori altini (+5), hai ancora un buon 17% di dover pagare un prezzo per le tue azioni.

Io non so quanto sarei contento di avere 29% di probabilità di fallire di brutto, E 25% di riuscire pagando un prezzo (per un totale di 54%!), e solo un 46% di riuscire pulito, se ho il top nella mia caratteristica (quindi tiro d12) ma un modificatore di -1 dato da una mossa, un’interferenza o simile…

Concludo dicendo che altri giochi che prevedono un sacco di modificatori e scale di valori più estese, hanno deciso di tiare combinazioni diverse (a memoria, Kult si gioca con 2d10, e Flying Circus con 1d20). Ma la combo di dadi differenti la vedo più adatta con altri tipi di sistemi (Cortex+, Savage Worlds ecc.)

Iinteressante e da provare. Preferisco anche io tirare dadi differenti in base alle caratteristiche dei personaggi (cosa che adoravo di Agon, ad esempio). Potrei “rubarti” l’idea per un progettino che ho in mente…

Domanda: consideri -1 come valore minimo giusto? In caso di un -2 ?

2 Mi Piace

Ah boh? Ovviamente è tutto teorico. Ho cominciato a scrivere anche io qualcosa e sono finito a metterci, oltretutto, un sistema a vantaggio/svantaggio in cui tiri 3 dadi e ne scarti uno (tipico di molti hack dei pbta).

2 Mi Piace

Perchè stavo pensando che comunque avere un -1 significa tirare1d6+1d4 e avere come massimo 10 con una scarsa possibilità quindi sarebbe già al minimo.

L’idea dei vantaggi\svantaggi è carina magari legata a una “Guida” del pg (avevo pensato una cosa simile, chiamandola Cuore) o a degli Aspetti in stile Fate che il personaggio ha

Ma in quel caso non sostituirebbe l’upgrade del dado non-stat?