Fantasy World - Ulisse 31 - Actual Play

INDICE DELLE SESSIONI

Prima Sessione

Actual play della prima sessione di FW col gruppo formato da

  • Ranocchio
  • Sirim
  • Domon
  • Nat
  • me medesimo :stuck_out_tongue:

Scrivo qui sia per condividere la cosa col forum, sia perchè (mannaggia a li pescetti) a causa di orribili difficoltà tecniche con Discord non ho capito un cazzo di alcune cose e vorrei assicurarmi che i miei appunti siano giusti. Altri elementi mi pare siano risultati poco chiari in generale (sempre perchè parlarci era fisicamente doloroso) e il forum è un buon posto dove discuterne e decidere sul da farsi :slight_smile:

Il titolo (temporaneo e non ufficiale) della campagma è liberamente ispirato a un vetusto cartone animato che forse conosco solo io. A voi l’intro originale italiana:

DUBBI & DOMANDE

Non ho capito qual’è il nome delle cose x_x
Avevo appuntato qualcosa, ma è tutto confusissimo… per favore discutiamone qui e troviamo nomi un pelo diversi per le cose, che se no io ci esco scemo (ho poca RAM cerebrale, scusatemi :sweat_smile: )

  • Il disco di provenienza dei PG si chiamava?

  • E qual’è il nome della gente che viene dal vostro disco?

  • La razza/popolazione dei PG ha una pelle che sembra color del rame, poi con tonalità e tratti etnici diversi… o la storia di Rame, Argento, Oro etc era una cosa puramente di casta sociale all’interno della società Imperiale?

  • Qual’è il nome della cultura Imperiale?

  • Qual’è il marchio di schiavitù che avete addosso? È qualcosa da indossare, o è impresso in qualche modo sui vostri corpi?

  • @ranocchio l’essere mezzo-sangue è fisicamente visibile in qualche modo? Nell’impero essere mezzo-sangue comporta un qualche genere di discriminazione sociale?

  • @ranocchio sei diventato sacerdote della Linea già quando eri libero burocrate, o solo dopo la rivolta sul vascello?

E ovviamente se ci sono parti di quello che ricordo e scrivo qua sotto che invece sono sbagliate, incomplete o vorreste aprire a discussione… ditelo! :smiley:

SETTING + TONO

Come si può dedurre abbiamo optato per un mondo fantastico… di impronta Ellenica… ma nello spazio… ma uno spazio fantasy a metà fra Discworld e Spelljammer.

  • lo spazio si chiama Etere e non è reale “vuoto” ma qualcosa con venti e correnti
  • la galassia si chiama Mondo
  • i pianeti si chiamano Dischi e sono effettivamente piatti fluttuanti nell’etere
  • le astronavi sono proprio Navi nel senso marittimo del termine :wink:

In termini di tono abbiamo semplicemente espresso il desiderio di una storia sul serio-andante. Non troppo sopra le righe, non funny cazzeggio sbra sbra. Gli alieni intelligenti esistono ma sono come in Star Trek, fondamentalmente umanoidi con questa o quella caratteristica diversa … in generale tutti sono reciprocamente “alieni” agli occhi di chi viene da un disco diverso.

FELLOWSHIP

Dopo breve discussione si è deciso per dei Pathfinders, cioè un gruppo errante unito dal desiderio di portare a termine una grande Quest. Nello specifico si è optato per dei Seekers, quindi la quest riguarda la ricerca di qualcosa. E come livello generale si è voluto essere Unlikely Heroes, per cui i Protagonisti sono gente comune (almeno sullo scacchiere mondiale) che si è ritrovata a rimboccarsi le maniche per realizzare questa importante missione. Belli o brutti che siano, la loro reputazione è quella di essere a dark influence.

Queste scelte hanno portato alla seguente situazione di partenza…

Il disco di origine dei PG è stato distrutto da un impero invasore: le risorse naturali razziate, la popolazione schiavizzata e dispersa fra padroni il giro per l’impero, con solo pochi fuggitivi che sono diventati nomadi/rifugiati in giro per l’etere e su dischi non imperiali. I nomadi liberi hanno formato un Concilio che funge da governo ribelle di una nazione nomade e senza disco.

La nostra compagnia si è formata a seguito di un ammutinamento su un vascello imperiale. Liberatisi con la forza, alcuni schiavi si sono uniti sotto la leadership di un capo carismatico e con un sogno: trovare un disco che diventi la nuova casa per l’intero popolo. Praticamente Battlestar Galactica, con tanto di civili a carico sul vascello rubato :wink:

La quest va avanti già da un po’ e in tale lasso di tempo la compagnia si è pian piano concretizzata e ufficializzata nel suo stato attuale, con i Protagonisti che ne ricoprono i ruoli principali. Alcuni pensano di essere finalmente vicini alla meta agognata.

Ovviamente la Fellowship ha dei nemici.
Prima di tutto l’Impero, che vuole completare l’assoggettamento di questo popolo. Ma esiste anche una fazione interna al popolo che si oppone all’idea di lottare per la libertà, collaborazionisti che vedono la schiavitù (in senso ellenistico e forse anche un po’ romano) come più sicura e preferibile all’essere “nemici dell’impero” e quindi sterminati.

PROTAGONISTI

In ordine alfabetico di classe, ecco i nostri baldi eroi per caso :slight_smile:

The Bard

Lei si chiama Koré.

Il suo Sangue è ???. Anche Claudia non ha capito cosa si è deciso qui in finale :stuck_out_tongue:

La sua Gente sono le Elikonie, un’elitaria società/gilda di artisti sopravvissuta all’invasione imperiale.

ISSUE: I’d like to trust people again
DOUBT: I fear that they will (ab)use me again

I suoi occhi sono come splendenti smeraldi striati d’oro, i suoi capelli scendono in lunghi boccoli del colore della notte, intrecciati di campanellini. La sua pelle è liscia come seta, di un brillante color rame.

Era una schiava danzatrice, liberatasi durante la rivolta sulla nave ??? (dobbiamo dare un nome al vostro vascello :wink: ). Si è unita alla quest col cuore pieno di rabbia contro gli schiavisti imperiali.

The Cleric

Lui si chiama Androkos.

Il suo Sangue è misto, in parte ??? come gli schiavi, in parte ??? come gli imperiali, cosa che lo rende libero cittadino imperiale.

La sua Gente sono gli appartenenti alla classe sociale dei Burocrati imperiali.

ISSUE: I feel out of balance, I must face true hardship.
DOUBT: What violence must I inflict to myself to survive hardship?

Io qua avevo riassunto quello che mi spiegavi in questo modo, vedi se sono fuori strada:
Issue = need to test myself through hardship
Doubt = will I become someone else?

I suoi occhi sono preoccupati, ma concentrati e attenti. I capelli sono incolti e scendono in folti basettoni del colore della cioccolata amara. La sua pelle è morbida e del colore del latte di mandorla.

Era un libero burocrate affascinato dal lato ??? della sua discendenza, di cui sa poco. Unitosi alla rivolta sulla nave ??? ha abbracciato il culto della Linea Dorata, diventandone ufficialmente sacerdote errante. Si è unito alla quest col cuore pieno di desiderio di fare la differenza.

The Fighter

Lui si chiama Sisyphos.

Il suo Sangue è Meriton … era questo il nome della vostra gente? il popolo schiavizzato?

La sua Gente sono gli appartenenti alla classe sociale dei Contadini imperiali.

ISSUE: I don’t want to lead others, I need to find another (but good) leader.
DOUBT: What if I choose the wrong person to lead us?

I suoi occhi sono scuri ma ridenti. Porta una lunga barba intrecciata, mentre la sua testa è rasata. La sua pelle è abbronzata, con una lucentezza quasi metallica.

Volente o nolente è l’attuale leader del gruppo di schiavi ribelli che vivono sulla nave ???. Ha incitato e condotto al successo la rivolta sulla nave, e ha avuto l’idea di cercare un nuovo disco che potesse diventare la nuova nazione della sua gente. Ha sempre con se un’enorme e spaventevole picca, rubata a un potente nobile imperiale… la prima persona che lui abbia mai ucciso, evento che lo ha molto segnato e cambiato. Si è unito alla quest col cuore pieno di paura che un disco così non esista.

The Paladin

Lui si chiama Brasida.

Il suo Sangue è ???

La sua Gente sono gli appartenenti alla classe sociale dei Contadini imperiali.

ISSUE: I want to find love and friendship
DOUBT: I’m afraid of getting hurt/enslaved again

Il suo sguardo è ardente. I suoi capelli sono lunghi. Il suo corpo è atletico.

Cavaliere dell’Ordine dei Liberi Miron, il suo onore risiede nel servire il Concilio. Approva il fatto che il Concilio sappia come e quando agire, e che nel farlo sia proattivo e coraggioso. Ma detesta il fatto che la scelta sia sempre quella di fuggire, ritirarsi e proteggersi, invece di combattere per liberare chi è ancora schiavizzato. La sua virtù assoluta è quella di non usare mai tattiche codarde e trucchi, e per questo i suoi nemici temono la sua vista. Si è unito alla quest col cuore pieno di speranza di trovare un nuovo disco natale per la sua gente.

LA PRIMA SCENA

Essendo i Pathfinder una compagnia errante, la loro prima scena avviene in medias res. I Giocatori hanno selezionato:

  • civiltà
  • all’aperto
  • minaccia fisica

Su questa base ho narrato quanto segue:

I Protagonisti si trovano nell’agorà (piazza centrale) di una metropoli sotto controllo imperiale. Una persona si trova per terra, sanguinante ed esanime. Il tram tram cittadino prosegue, per ora indisturbato, a breve distanza da loro … ci sono strade grandi e piccole, negozi aperti, bancharelle. Nulla di “addosso” a loro, ma non sono nemmeno isolato nel vuoto.
Un gruppetto di civili sta attorno al corpo, urlando impanicati e puntando dita accusatrici verso i Protagonisti. Una pattuglia di opliti (guardia cittadina formata da schiavi) ha già visto la situazione e sta procedendo con fare decisamente aggressivo verso i Protagonisti. A pochi metri da voi, senza rallentare, vi intimando la resa per essere arrestati e portati dal Magistrato.
Che fate?

Androkos si fa avanti e, sprizzando carisma da tutti i pori, pretende che gli opliti li lascino in pace citando alcuni cavilli base della legge locale.

Il Mondo chiede, e viene fuori che si tratta di leggi vere, non boiate per confondere le acque.

Gli opliti non sembrano convintissimi, tentennano, ma il Chierico insiste… spalleggiato da Sysyphos che con la sua picca appare decisamente minaccioso, e Brasida che invoca a gran polmoni l’innocenza del gruppo. Nel mentre Koré si posiziona tattica dietro a una hover-biga parcheggiata lì vicino.

È la mossa Sway : Androkos tira+CHA con Vantaggio dato dalla mossa Intervene da parte di Brasida e Sysyphos. Il risultato è 10+

Gli opliti non sono affatto contenti, ma il tizio che parla ha la legge dalla propria parte, e i suoi compari sembrano decisamente una rogna troppo grande per prenderla di petto. Intimando agli stranieri di non lasciare la pòlis (città) e di presentarsi in giornata dal Magistrato per chiarire la situazione, gli oplites si dirigono verso il gruppo di civili urlanti per capire che diamine sia successo.

E siccome l’ora è tarda e la minaccia imminente è stata disinnescata… la sessione si conclude. Decido di non eseguire la mossa di Fine Sessione adesso, lasciandola per l’inizio della prossima.

4 Mi Piace

Grazie mille del resoconto, volevo proprio chiedertelo. Purtroppo dato alcuni problemi tecnici non potevamo sentirci bene e risulta necessario chiarire alcune delle cose che ci siamo detti. Adesso leggo tutto.

1 Mi Piace

Wow che figata! Ambientazione molto particolare, non nelle mie corde, ma complimenti a tutti per le idee!

@Hasimir ho già visto/dedotto qualche meccanica molto interessante! Continua ad aggiornare la narrazione mentre andate avanti (sarebbe figo citare anche qualche mossa/regola che applichi e che genera quella determinata fiction).

1 Mi Piace

L’unica mossa applicata è stata lo sway alla fine, dato che abbiamo speso la maggior parte del tempo ad effettuare la creazione della Compagnia e dei Protagonisti (e a gestire problemi audio).

Grazie @Simone_Zambelli :slight_smile:
Anche io sono rimasto sorpreso dall’ambientazione, che anche nel mio caso non è esattamente nelle mie corde … ma proprio per questo volevo provarla :smiley:
Per citare una regola di FateLess: Let’s Meet a Stranger! :wink:

Se noti l’indice del post (che Ranocchio ha reso interattivo e spostato in alto a destra) quella è esattamente la sequenza di procedure del manuale per la prima sessione:

  • setting e tono
  • fellowship
  • protagonisti
  • prima scena

È tutto procedura del manuale alla lettera, fatta eccezione per qualche domanda della Fellowship che, nel caos dei problemi tecnici, mi sono dimenticato di porre. E come ha già detto Ranocchio, l’unica mossa usata è stato lo Sway … che avendo risolto l’immediata tensione, ho usato come segnale per chiudere la scena, e con essa la sessione.

2 Mi Piace

Quello che ho capito io:

Nome del nostro disco Miror, nome della nostra gente Miron
Nome della cultura imperiale: Meritons, nome disco imperiale (e dove noi siamo stati deportati) Meritor
Mancava anche il nome per la fazione della nostra gente che preferisce la schiavitú.

siccome i nomi sono troppo simili si era detto di cambiarli. @ranocchio aveva il generatore di nomi Greci, ci pensi tu a trovare un’alternativa da proporre qui?

per quanto riguarda i tratti somatici: il colore della pelle era una proposta (che ho incluso nella descrizione del personaggio perché mi sembrava fosse stata accettata. Ammetto che avrei preferito qualcosa di diverso tipo il naso bejoriano, capelli viola, piedi caprini invece della solita pelle nera vs bianca (con il cattivo bianco oppressore).

per il marchio di schiavitú: non ne abbiamo parlato affatto. una proposta potrebbe essere il classico marchio infuocato (probabilmente con l’effige o iniziali del padrone) come si fa per il bestiame, ma non sulle natiche, altrimenti non sarebbe visibile. Magari su una mano o sul viso come le lacrime tatuate degli schiavi di Game of Thrones? alternative meno banali sono ben accette.

Poi ho altri commenti da fare sulla fellowship:
io avevo capito che la ribellione é avvenuta su Meritor (il disco imperiale) e che un gruppo di ribelli (tra cui noi) ha rubato un vascello imperiale per la nostra fantastica quest. con noi si sono imbarcati altri individui della nostra etnia che popoleranno il nuovo mondo, ma ovviamente non tutti. quindi non esattamente battlestar galattica.

Quello che non mi é chiaro é se il Concilio é sulla nave con noi, o se dirige le operazioni (limitatamente, considerate le difficoltá di viaggi e messaggi) da altra sede (e in tal caso, da dove?)

Per quanto riguarda la prima scena: durante la creazione della fellowship avremmo dovuto rispondere alla domanda “What is your current location, and how long have you been there?” prevista nella descrizione dei Pathfinder. non lo abbiamo fatto e dunque la prima scena si é aperta un po’ a cazzo… Io avevo dato per scontato che fossimo abbastanza lontani dall’impero di Meriton (“riteniamo di essere vicini alla meta del nuovo disco”… non puó mica essere appiccicato all’impero, o no?) e invece siamo su un pianeta dove evidentemente le guardie sono Meritor o quantomento seguono la legge di Meritor e noi siamo visti come reietti (quest’ultima parte ci sta, é la nostra reputazione, peró l’insieme mi sembra un po’ stonato). Ne vogliamo parlare? @Hasimir vuoi dirci tu dove siamo (anche se avremmo dovuto stabilirlo noi) perché ormai abbiamo cominciato la scena e potremmo cambiarti le carte in tavola?

inoltre io avevo capito che “la persona” che é a terra é morta, non esanime…

credo di aver creato più dubbi che risposte…
Voglio giocare!!! quando giochiamo??

1 Mi Piace

Miror il disco. Miron la gente. Mi ricordo che avevi detto che i nomi ti sembravano troppo simili agli altri (Meritor/Meriton) e volevi cambiarli. Mi sta bene, ma preferisco farlo in chiamata con tutti.

A me pareva che avessimo detto che ci sono diverse etnie, e che invece di pelle nera, marrone, rosa come nel mondo reale, avessero pelle rame, argento, bronzea, oro, etc …

Meritor il disco, Meriton la gente.

Non l’abbiamo definito. Lo definirei in chiamata con tutti, non amo il PbF.

Sono ottime domande, che normalmente preferirei svolgere in sessione. Dato che sono brevi rispondo qui.

È evidente che se sono stato accettato nella casta dei burocrati la discriminazione non può essere così grave, quindi punterei più sull’integrazione. Magari il principio dell’hyperdescent come fatto in Australia nel periodo più razzista.

Per la seconda, no, mi pareva chiaro che mi fossi convertito e ordinato prima della rivolta.


Per quanto riguarda l’ubicazione della rivolta, l’avevo presa come indefinita, ma mi piace di più l’idea del vascello rispetto a quella del disco che ha capito @Sirim .

Sono anche più orientato sulla sua interpretazione per quanto riguarda il numero di persone: siamo solo noi e una manciata di persone che a noi si sono unite, ma non siamo l’interità del nostro Popolo.

Il Concilio non è orientato dalla nostra parte. Da quello che ho capito faceva parte della fazione nomade del nostro popolo, che è la più grande dopo gli schiavi, e dato questo hanno comunque molta influenza.

Non l’avevo notato l’indice. Un super lavoro di Ranocchio!

1 Mi Piace

SECONDA SESSIONE

Abbandonato Discord siamo passati ad usare Zoom… meno reattivo ma mooolto più stabile. La prima ora l’abbiamo passata in chiacchiericcio e per dare chiara risposta a tutti i dubbi e fraintendimenti causati dal cattivo audio durante la giocata precedente.

Puntini sulle “i”

  • I nostri protagonisti sono tutti Miror, umanoidi le cui differenze etniche si manifestano con diverse sfumature metallizzate della pelle (bronzo, ottone, argento, oro, rame, etc).

  • Il loro disco di origine, Miron, è stato conquistato dall’Impero già da svariate generazioni, centinaia di anni, è storia antica. Già da allora i Miror si sono divisi fra chi è stato catturato, schiavizzato e deportato… e chi è fuggito ed è diventato nomade.

  • I nostri Protagonisti sono discendenti di tale storia. Erano schiavi. Recentemente (mesi? anni?) si sono liberati e da allora girano per l’etere in cerca di una nuova patria per i Miror, al sicuro dalle mire Imperiali.

  • Gli Imperiali vengono dal disco Efsthatia, quindi la loro gente si chiama Efstathior … per gli amici Ef-ior :stuck_out_tongue:
    Umanoidi le cui differenze etniche si manifestano con diverse sfumature “nocciolate” della pelle (mandorla, noce, nocciola, nocciolina,etc)(quindi una selezione di beige).

  • Il disco su cui si trovano ora è fuori dall’influenza Imperiale, quindi non gli è direttamente ostile. Sono venuti qui per incontrare qualcuno che dovrebbe avere informazioni chiave sulla loro quest: la ricerca del leggendario Disco Eden.

Gli Eventi In Breve

La compagnia entra in contatto con Cassandra, l’informatrice, che come pagamento per i suoi servigi richiede un favore: cacciate via da questa polis il mio rivale Ptolomeus.

La compagnia si ritira a deliberare sul proprio vascello coloniale, ciascuno si prende un po’ di tempo per se (pregare, studiare, chiacchierare) e poi cercano consiglio sul da farsi dall’anziana auruspice Krisanthy. Lei li guida, ma è fottutamente criptica… fortuna che la barda Korè riesce a unire i puntini e traduce in info utili il misterioso vaticíno.

Si forma un piano su come trovare/contattare l’inafferrabile Ptolomeus, ma i suoi frutti saranno visibili solo fra un paio di giorni… quindi per adesso Long Rest, e poi End of Session.

Highlights Meccanici

I chiarimenti sono avvenuti in chiacchierata libera. Grazie alla mooolto più chiara e stabile connessione di Zoom ci si è finalmente potuti parlare. So Say We All.

Il contatto con Cassandra è stato relativamente rapido e indolore. Qualche tiro di Look Around. Qualche tiro di Read a Person. Ma le due parti avevano obiettivi comuni e si sono comportate civilmente: una sana transazione d’affari.

Tornati sul vascello ci sono stati alcuni momenti molto interessanti. Nel dubbio generale sul “come cazzo rintracciamo una irrintracciabile spia locale?!” il chierico Androkos si è (letteralmente) fatto venire una crisi mistica pregando grazie alla mossa Signs & Portents. Ha riflettuto sulla sua fede, sulle sue azioni recenti, e ha incassato 1XP… ma il Mondo ha creato una clessidra relativa al cattivo presagio da lui vissuto.

Nel frattempo la barda Koré studiava gli indizi ottenuti da Cassandra e li confrontava con miti, leggende e mappe in suo possesso. Descrivendo canzoni e favole (Bardic Lore) ha ottenuto vantaggio sul tiro di Recall Lore … riuscendo a confermare che si, le info promesse da Cassandra dovrebbero essere il tassello finale del puzle, la via per Eden!

L’incontro con l’auruspice è stato gestito con le Reazioni del Mondo e seguendo i Principi…

  • Be a Fan = ma certo che avete un’auruspice fra i coloni!

  • Portray Simple People = è vecchia, curva e incartapecorita, praticamente la strega di Spirited Away ma invece nel neo al centro della fronte ha un marchio a fuoco da schiava a forma di occhio aperto.

  • Ask Honest Questions = Ma quindi i veggenti esistono? (si). Ma quindi funzionano, non sono solo superstizione? (funzionano).

  • Drape the Rules in Fiction = ho descritto un drammatico lancio di ossicini per la cabina, e il modo mistico e rituale in cui Krisanthy si muoveva ed agiva, in totale silenzio.

  • Ask Honest Questions = K. ti mette un ossicino in mano e ti guarda in silenzio per lunghi istanti, cosa pensi? cosa dici? (fatto a Korè, Brasida e Sisyphos)

  • Hit the Issue / Feed the Doubt = nella mia testa prendo le risposte datemi e comincio a dare corpo a che cazzo potrebbe significare il tutto, guardo gli Issue e Doubt dei vari PG, penso alla giocata appena svoltasi. Mi appunto le idee che paiono avere senso e coerenza.

A seguito di questo un paio di Bardic Lore e Recall Lore eseguiti rispettivamente da Korè e Androkos ha rivelato in chiaro il senso del vaticìno, nonchè alcune info addizionali che potrebbero aiutare a “provocare” Ptolomeus.

Infine la mossa Long Rest, attivatasi durante il paio di giorni necessari affinchè il piano messo in moto portasse frutti, ha portato a una sequenza di 4 brevi scene utility in cui si è visto cosa facevano i PG sul vascello, chi sa solo, chi in compagnia, chi con l’equipaggio di coloni.

A queste sono seguite, sempre entro la mossa, altre 4 brevi scene di bonding in cui sono stati portati in tavola molti interessanti spunti personali di ciascun PG … alcuni si sono avvicinati, altri allontanati, altri hanno rivelato ferite passate, ideali, sogni e paure.

Problemi

Per me personalmente il problema principale è restato, nonostante il monumentale miglioramento, la difficoltà di comunicare online. Quelle che al tavolo sarebbero risultate un paio di scene lente ma brevi, utili a far orientare i Giocatori in una situazione sconosciuta, hanno preso online una quantità di tempo spropositata.

Quando i PG hanno cercato di “capire gli indizi in mano” senza fare nulla, solo pensandoci, mi sono trovato in dubbio (anche perchè a fine sessione ero stanco :sweat_smile: )
È una mossa?
Se si, quale?
Se no, dovrebbe esserlo?
Se non lo fosse, che gli dovrei dire?
Ma dopo questo iniziale imbarazzo in vari hanno cominciato ad agire in modi più specifici per cercare di fare qualcosa … e immediatamente è stato chiaro quali Mosse calzassero o meno.

2 Mi Piace

Su questa cosa in particolare: penso che il tuo stile di gioco dove cerchi di parlare abbastanza lento, deliberato e chiaro, dove leggi le istruzioni scritte ad alta voce, che dal vivo ho trovato in passato funzionasse abbastanza bene – io faccio diverso, ma è il tuo stile e ci sta – soffra particolarmente nella forma online.

Ti dico un paio di cose che ho cominciato a fare io, adesso che ho cominciato a giocare su internet di più per necessità, per velocizzare le cose, e magari possono aiutare anche te:

  • Incoraggio il più possibile i giocatori a innescarsi le mosse da soli, almeno per quelle base. Gli dico che al massimo, se sbagliano, li correggo. Chiaramente si può fare soltanto quando conoscono bene le mosse base. Per ogni – “questa è la mossa, giusto?” – “sì” – “allora la innesco” – “ok, tira” si perdono minuti preziosi, soprattutto perché per ogni scambio c’è un ritardo e non è immediato come dal vivo.

  • Quando c’è da seguire istruzioni da una lista o scegliere da una lista, non leggo la lista ad alta voce, ma indico al giocatore dove si trova la lista e semplicemente di seguire le istruzioni da solo. Lo interrompo solo se sbaglia. (noterai che il tema è sempre lo stesso).

In generale, penso siano cose che aiutano a velocizzare le cose anche al tavolo, è che semplicemente nel contesto della chiamata questi ritardi si fanno sentire molto più pesantemente.

Non so se l’abbiamo vissuta diversamente e non è stata una scena così forte per te, o se semplicemente cercavi di riassumere.

Io ho trovato in particolare lo svolgersi di questa scena estremamente interessante, nel senso che a mio parere ti può davvero dare un dato di come chiarire l’uso di Signs and Portents.

Quello che voleva fare Androkos, da personaggio, è ottenere guida e consigli dalla sua divinità. Che da regolamento non esiste. Quello che volevo fare io da giocatore è scoprire in che direzione la fede di Androkos lo avrebbe guidato.

Questo, a prima vista, non era guidato da una mossa, e mi sono trovato un po’ perso, alché tu mi hai incoraggiato a descrivere come pregavo alla mia divinità, e mi hai infine dato un segno confuso: mi hai incoraggiato a interpretarlo e tale interpretazione è diventata l’innesco di Signs & Portents.

Hai praticamente rigirato la conversazione su sé stessa: io volevo risposte da te o dai dadi, e tu hai fatto rispondere a me, fornendomi uno spunto da interpretare come presagio. Ho trovato questa tua azione da GM davvero efficace, e per nulla ovvia da come avevo letto la classe. E per questo ti ho consigliato anche durante il debriefing di prendere questo come esempio per aggiungere testo a riguardo.

Mi ha davvero sorpreso e colpito come una scena che fatta in un altro modo sarebbe risultata un puro espediente, e che non aveva nemmeno tantissimo contesto oltre alla descrizione che avevamo fatto nella scorsa sessione della religione di Androkos, sia risultata una delle più potenti (dal mio punto di vista) dell’intera sessione.

Ammetto anche che amo la filosofia della religione e che quando ho creato il credo di Androkos mi sono ispirato a una varietà di concetti che conosco; e forse questo mi ha reso navigare queste questioni particolarmente interessante. Un pochino, sono più convinto del tuo Chierico di quanto non lo fossi prima di giocare.

( però aggiungi spiegazioni :slight_smile: )

Spero ti sia d’aiuto per affinare il gioco.

1 Mi Piace

This :slight_smile:
Provo a tracciarti il mio percorso mentale…

Hai presente quando un Giocatore ha un chiaro intento, ma non essendo familiare con le meccaniche non lo esprime bene in termini di fiction (e quindi non attiva le mosse)?
E allora tu, Mondo o compagno Giocatore, gli chiedi di descrivere meglio cosa il PG fa nella fiction, per “guidarlo” verso il trigger della mossa che tu sai essere calzante ma lui no?

Nelle demo che facevo per AW e DW mi capitava continuamente, e sempre con le stesse mosse… quelle di osservazione :stuck_out_tongue:
AW - Read a Person
AW - Read a Situation
DW - Discern Realities
DW - Spout Lore

Ecco… ho fatto lo stesso con Androkos.
Lo hai descritto che si ritira nella sua cabina in preghiera, e questa preghiera dovrebbe in qualche modo dargli guida. Ma…

Così come con l’auruspice non c’erano mosse rilevanti e quindi, da banale struttura PbtA, “parla il Mondo” e per sapere che dire mi sono appoggiato a Princìpi e Reazioni…

…allo stesso modo quando Androkos ha cercato di ottenere guida e consiglio dalla propria divinità mi sono chiesto: che faccio?

  • ho guardato alle mosse Comuni ma nulla calzava
  • ho guardato alle mosse del Chierico ma nulla calzava (c’è una mossa apposta per ottenere guida, ma non la possedevi e quindi nisba :stuck_out_tongue: )
  • perso, ho guardato alla fiction
    • cosa sta facendo Androkos esattamente?
    • prega
    • si ma come lo fa? come prega?
    • prega facendo A e B e C
  • a questo punto la tua descrizione era ovvia, stavi compiendo un rituale per avere guida, per avere consigli, per avere… un segno :wink:
  • tutte e due le mosse base del Chierico calzano, ma una è pensata per influenzare chi assiste ai tuoi rituali, l’altra è pensata per vedere e interpretare segni del divino … ergo, si attiva Signs & Portents!
  • ma il trigger è tuo… è riflessivo… se non mi dici che Androkos prova a rievocare conoscenze utili, Recall Lore non si attiva… e allo stesso modo se non mi dici che Androkos vede un significato religioso in un X evento, S&P non si attiva
  • ergo ho fatto accadere un evento… una cazzata qualsiasi basata su quanto mi hai dato tu in quel momento: (riassumo a parole mie)
    • prego il dio dell’equilibrio
    • perchè voglio sapere se la mia via segue ancora la linea dell’equilibrio
    • entro un circolo tagliato alla linea mediana
    • dove un lato significa A e l’altro lato significa B
    • prostrandomi e alzandomi e prostrandomi e alzandomi a ripetizione
    • :frowning: :neutral_face: :thinking: :thinking: :thinking: … boh… sai che c’é? mentre lo fai perdi un attimo l’equilibrio … verso sinistra … Androkos, la cosa per te ha un significato?
    • si
    • BAM! si attiva S&P! :wink:

Ora… io ho cercato di alleviare il problema di questo tipo di trigger, specialmente in Look Around e Read a Person.
Quando il Giocatore farfuglia qualcosa che sembra anche solo lontanamente una richiesta di info, il Mondo gli offre a gratise le info più ovvie e poi chiede esplicitamente “vuoi saperne di più?” … se la risposta è si, scattano i tiri.

Recall Lore già lo fa ma meno. Chissà se riesco a riconfigurarlo di piu come LA e RaP?

Probabilmente a S&P gioverebbe dello stesso trattamento … è interessante perchè non avevo realizzato come, strutturalmente, fosse accomunabile a queste altre mosse.

1 Mi Piace

Questo riassume buona parte del Chierico :wink:

1 Mi Piace