[Fate] Differenze tra Fate Base e Accelerato?

Adam ha fatto partire pure a me la scimmia di giocare di ruolo nell’universo star wars UwU
Ho visto che è stato linkato l’ambientazione per il sistema FATE che già conosco, quello che volevo chiedere e che non ho mai capito è che differenza c’è tra FATE normale e la versione ACCELERATA?
Quello che mi interessa sono le differenze in termini di regole (poiché sino ad ora molti mi hanno risposto semplicemente che è più semplice e rapido da attuare) e se le varie ambientazioni possono essere usate anche con la versione accelerata.

3 Mi Piace

@NicolaUrbinati che lo pubblica in Italia potrebbe risponderti.

C’è anche la versione Condensed, che da quello che ho capito è una versione compattata e aggiornata del Core.

3 Mi Piace

Fate Base ha tutte le spiegazioni anche concettuali di come funziona il sistema e tutti gli esempi di gioco.

Fate Base usa le abilità, che parlano delle aree di competenza dei personaggi, mentre Fate Accelerato usa gli approcci, che parlano di come i personaggi affrontano i problemi.

Fate Base spiega tutta la creazione dello scenario, basata sugli aspetti dei protagonisti e quelli dell’ambientazione; Fate Accelerato ti fa partite molto più a spanne.

Fate Base differenzia tra opposizione passiva e l’azione di difendere, mentre Fate Accelerato no. Tenete presente che questa è sempre stata una questione un po’ di lana caprina, tant’è che nel nuovo Fate Condensed le hanno riunite.

Fate Accelerato semplifica la regola dell’aiutare: dai un +1 se spieghi come stai aiutando nella narrazione. Non si va a vedere se il tuo punteggio nell’abilità/approccio è di almeno +1.

Fate Base ti dà una quantità di caselle di stress e di conseguenze che dipendono dalle due abilità di resistenza, fisica e mentale. Fate Accelerato dà le stesse caselle di stress e conseguenze a tutti; d’altra parte non ci sono abilità sulle quali modulare i valori (e gli approcci non sono abilità).

2 Mi Piace

Concordo con tutto quello che ha detto Daniele.

Aggiungo che in genere, le ambientazioni (i Mondi di Fate) sono fatte per l’una o l’altra delle due versioni, per esempio fornendo abilità specifiche (per il Base) o ridefinendo gli approcci (per l’Accelerato), quindi ogni Mondo ha la sua, e spesso si discostano per delle vere e proprie hack del sistema, modificando il modo di gestire aspetti, stress, abilità/approcci o altro.

Per finire: la versione Condensed è lo stato dell’arte secondo Evil Hat dopo qualche anno di rifiniture al sistema apportate appunto dai vari Mondi, ripulito di tutta la parte accademica (esempi e spiegazioni approfondite) del Base, seguendo quindi l’approccio dell’Accelerato.

Quello che consiglio è di leggersi e approfondire il Base sulle questioni di base (creazione della campagna, uso degli aspetti, delle azioni e delle scene, costruzione dello scenario, gestione del GM), per poi usare l’hack specifica del singolo Mondo.

Senza un Mondo, suggerisco comunque di partire dal Base, per poi usare Accelerato o Condensed o qualcosa dagli Strumenti del Sistema a seconda delle necessità.

2 Mi Piace

Concordo appieno. Una volta che cominci a giocarci e capisci le cose poi ti viene molto facile fare hack leggeri che lavorano sui temi passando per colore e ambientazione.

1 Mi Piace

My 2 cents:
Fate Base è così prolisso e così complesso in certi punti che ringrazio dio che abbiano fatto l’Accelerato.

2 Mi Piace

Ok, grazie mille per le delucidazioni, adesso credo di aver capito.
Ho chiesto perché volevo provare l’ambientazione di Star Wars che è stata creata su FATE base con dei miei amici ed ero tentato di impararmi la versione accelerata per semplificargli il gioco, ma se le ambientazioni sono per solo una versione li farò giocare a quella base e dovranno fare uno sforzo in più :smile:

2 Mi Piace

Pensa che per me è importantissimo che lo sia perché se no non avrei capito nulla di come giocare anche l’Accelerato. :sweat_smile:


Tieni conto che io ci giocherei con gli approcci della versione accelerata usando queste linee guida:

https://www.geeckoonthewall.eu/2015/11/una-nota-personale-a-star-wars-fate-edition-di-ryan-m-danks/

1 Mi Piace

IMHO… il Fate Base è troppo macchinoso e dispersivo. MA contiene le prolisse spiegazioni che rendono comprensibile come giocare.
Idealmente potresti giocare col regolamento l’Accelerato ma usando il suo manuale come una sorta di “indice” per poi studiare le sue parti sul “vero” manuale spiegato ed esemplificato bene… cioè quello Base :stuck_out_tongue:

(e risparmiandoti così tutto l’ambaradan “superfluo” che il Base contiene ma che magari non ti interessa)

3 Mi Piace

Esatto: la si pensi come si vuole, ma le vere spiegazioni stanno nel Base. Ho visto diverse persone fare errori o domande le cui risposte stavano nel Base.

1 Mi Piace

Sarà che sto invecchiando, ma secondo me se un gioco per essere capito ha bisogno di 200 pagine in più, c’è un problema alla base del design.

1 Mi Piace

È che il FAE è quasi come un manualetto OSR … ti dice come tirare i dadi e che statistiche usare. Punto.

Non è mai stato pensato per essere un gioco a se stante, ma un supplemento che propone una variante più compatta e leggera del pacchetto Base. Ergo tu che già giochi e conosci il Base hai l’opzione di spostarti all’Accelerato.

Ma le spiegazioni su “come si gioca a Fate” e sul come e perchè usare le sue parti, stanno nel Base.

IMHO il difetto di design è che il FAE doveva essere il gioco base, con tutte le spiegazioni del caso. E tutta l’accozzaglia addizionale essere presentata, appunto, come addizionale :stuck_out_tongue:

Poi il sistema Fate ha, inerentemente, alcuni suoi problemi e limiti, a mio personalissimo giudizio. Ma questo è un altro discorso :wink:

5 Mi Piace

Esatto: Fate Accelerato ha solo le regole. Mancano le procedure. Insomma, se sei furbo, esperto, tagliato, se analizzi i giochi e non giochi tutto alla stessa maniera, puoi arrivare a giocare bene anche solo dalle regole di Fate Accelerato. Ma il 90% dei giocatori di ruolo non sono così: le persone non nascono imparate e 200 pagine di spiegazioni sono quello che serve a spiegare tutto nel dettaglio.

Aggiungo da persona che scrive giochi brevi e semplici che spesso noi diamo per scontate cose che non lo sono per nulla. Se provi a scrivere tutto per bene, ti accorgerai che anche giochi molto semplici possono richiedere spiegazioni piuttosto lunghe. Figurarsi Fate.

5 Mi Piace

Vorrei aggiungere un piccolo dettaglio che mi pare non sia stato sviscerato, ma che per alcuni gruppi è importante (per i miei è indispensabile). Nel Fate Core c’è più spazio per la parte mecccanica del PG: non solo aumentano le abilità, ma i talenti hanno effetti specifici che danno dettaglio alle scene, soprattutto quelle d’azione. Personaggi che muovono più zone di altri, personaggi che possono attaccare tutti gli avversari presenti in una zona, eroi specializzati nell’uso di un determinato equipaggiamento ecc.
Nel Fate Accelerato questa parte meccanica viene meno, quindi alcuni gruppi lo relegano ai one-shot, o comunque a campagne molto brevi, perchè “poi stanca”. Se l’unico talento che puoi prendere è “poichè io sono xxx allora quando faccio xxx guadagno +2 al tiro”, la cosa può venire a noia, a giocatori che cercano anche un pò di gioco da tavolo, oltre che di narrazione.

2 Mi Piace

Eh eh, pensa che io preferisco il FAE proprio perché non ho quelle meccaniche fra le scatole :rofl:

3 Mi Piace

Eh, il mondo l’è belo parchè l’è vario.

2 Mi Piace

Quello che dice @AndreaParducci è vero e sacrosanto, ma anche io sono della “scuola” di @Hasimir. :heart:

3 Mi Piace