Ho sminchiato Trollbabe: Aiuto!

Aiutami @Spiegel, sei la mia unica speranza!

Ho giocato a Trollbabe 6 o 7 anni fa a una convention (credo fosse Spiegel il facilitatore), mi ci ero trovato abbastanza bene. Ho giocato a Dogs in the Vineyard attorno al 2010/11 – è in realtà il titolo che mi ha portato un po’ fuori dagli orizzonti di D&D – e mi ci ero trovato bene. Pensavo che giocare a Trollbabe sarebbe stato facile.

Quindi, dopo che due giocatori della mia demo di Dungeon World (che avevo fatto su uno di quei server discord dove si organizzano le giocate) mi hanno chiesto di giocare a Trollbabe, ho detto di sì: li ho avvertiti che non conoscevo bene il gioco e che avremmo dovuto impararlo insieme.

Premetto che questo potrebbe essere benissimo un problema di affiatamento del gruppo; però chiedo gentilmente a chi sia esperto di questo gioco di bastonarci dove abbiamo sbagliato a interpretare le procedure di gioco. Ho anche avuto l’impressione di essere stato troppo leggero e lento all’inizio con l’introduzione delle poste dell’avventura, e questo ha fatto in modo che i giocatori partissero per la propria strada.

Preparazione

Ci ritroviamo in una stanza sul server Discord della Locanda. J e B hanno sfogliato il manuale, io me lo sono riletto due volte. Stiamo usando l’edizione inglese del 2009. Chiaccheriamo un po’ del gioco e chiariamo alcuni dubbi sulle regole. Rileggiamo l’introduzione e creiamo le trollbabe. Decidiamo che io ricoprirò il ruolo del GM, e J e B giocheranno le Trollbabe.

Trollbabe di J: Barbara, numero 5, capelli rosso fuoco ricci e lunghi, armi corpo a corpo, usa magia umana, sexy. Indossa abiti umani ma pochi, giusto l’essenziale.
Trollbabe di B: Nelly, numero 4, capelli nero corvo, corna arricciate ma piccole, usa armi corpo a corpo, magia troll, distante. Indossa abiti eleganti umani.

Scelgono entrambi lo stesso punto sulla mappa: nell’isola a nord-est, uno dei fiumi che scorrono giù da una catena montuosa verso il lago. A Est del fiume, una foresta.

Mi prendo una ventina di minuti per preparare l’avventura seguendo. Questo è il risutato.

Avventura

Dove?

Sulla riva del fiume, una locanda/mulino gestita dai fratelli Higgs. Le fattorie circostanti. Un gruppo di fuorilegge umani e troll che vivono nella foresta.

La regione si chiama Rivachiara e la foresta si chiama Bosco della Cicuta Porpora.

Chi?

I fratelli Higgs, la loro famiglia, i contadini e mercanti locali, una banda di fuorilegge.

Cosa?

Livia, (vero nome Becca Higgs), una ragazzina cresciuta tra i banditi, la sua vera madre la sorella morta dei fratelli Higgs.

Chi, specificamente?

Fulvo, il bandito che si prende cura di Livia.
Rujin, il troll capo dei fuorilegge.
Greg Higgs, il locandiere e fratello maggiore, felicemente sposato con Lara.
Alba Higgs, la giovane figlia di Greg.
Adam Higgs, il fratello del locandiere, single, donnaiolo e misogino.
Liam Orchard, marito due volte vedovo di Marla Higgs, vero padre di Livia.
Luk Orchard, figlio della prima moglie di Liam, un giovane bracciante bravo con la spada.

Scene

Scena 1

Introduco la vista principale della locanda della famiglia Higgs. Nelly decide di entrare perché stanca dopo giorni di cammino, scambia due chiacchere con il taverniere. Adam Higgs decide di presentarsi e fare la conoscenza di Nelly, risulta sgarbato. Greg chiede scusa per il comportamento del fratello e bofonchiano qualcosa insieme. Nelly viene accompagnata alla sua stanza.

Scena 2

Barbara arriva la mattina seguente dal nord e si imbatte nella fattoria degli Orchard. Incontra Luk che si addestra nel campo con la spada su un manichino di legno. Si presenta e gli chiede ospitalità, facendo leva sulle sue grazie femminili. Luk la presenta al padre Liam, che sembra stanco: dice che da un certo evento 7 anni fa non si è più sentito lo stesso. Sembra volere qualcosa dalla Trollbabe, infatti la invita a pranzo.

Una volta a pranzo il giocatore di Nelly decide che vuole mettere una polvere magica di soppiatto nel cibo degli Orchard, Chiama un Conflitto, decidiamo che è tipo di abilità Sociale e gli diamo la lunghezza Corta (1 serie).

Conflitto

Gli faccio specificare l’obiettivo: “Gli Orchard accettano di servirmi”. Nella fase equotrasparente, dico che Liam Orchard fa per fermarla mentre porge un boccone ‘speziato’ al figlio.

Primo tiro è un fallimento: Il giocatore descrive che Liam non si fida di lei e dice che Luk ha lo stomaco debole e non ama le spezie. Il giocatore marca il re-roll relativo a un incantesimo, e dice invece che propone di fare una preghiera per ringraziare del cibo (si tratta invece di un incantesimo di charme). Fallisce anche il secondo re-roll.

Qui ci incartiamo perché il manuale descrive che la Trollbabe è “ferita”, ma non sappiamo bene come interpretarlo nel contesto sociale. Il manuale dice soltanto “esistono anche ferite sociali!”. Dopo un po’ di discussione, il giocatore decide che gli Orchard, infastiditi dai suoi trucchi, la cacciano di casa bellicosamente. A questo punto sceglie il terzo re-roll, usando “un oggetto portato”: la sua ascia bipenne. Nelly estrae l’ascia e li minaccia con la sua altezza. Il tiro ha successo e io descrivo che gli Orchard, terrorizzati, accettano di entrare al suo servizio.

Il giocatore mi chiede se può avere una Relazione con gli Orchard, alché prima di tutto seguo il consiglio del manuale e pongo il veto su PNG con nome. Poi, ci ripenso, dato che Luk non aveva un ruolo molto rilevante nella Posta, gli dico che può averlo se vuole.

Su questo Conflitto, ci sono rimasto un po’ male perché non ho nemmeno avuto il tempo di presentare la Posta dell’avventura al giocatore, e lui già aveva le sue cose che voleva fare. Sia chiaro, è giusto, perché una Trollbabe fa quel cacchio che le pare. Faccio anche notare che ho ripetuto e rese ben chiare le conseguenze di ogni re-roll, e il giocatore ha voluto farli lo stesso.


(continuo più tardi)

1 Mi Piace

Ciao, rispondo per quanto ho letto fin’ora:

Il contesto mi piace molto, legami di sangue complessi sono qualcosa che trovo estremamente affascinante.
Mi manca però un dettaglio: se Livia/Becca è la posta tra quali destini è sospesa? Tutti quei personaggi con un nome hanno un nome perché hanno un interesse verso la posta. Qual è il loro interesse? Cosa vuole Fulvo da/per Livia? Cosa Rujin? Greg e Alba? Liam e Luk? E cosa vuole Livia/Becca per se stessa?
La natura di una posta è di essere sospesa, precaria, tra due o più destini. I png con nome sono quelli che vogliono un destino piuttosto che un altro, e quantomeno nelle ultime fasi, sono disposti potenzialmente a crepare pur di ottenerlo. Poi magari nel corso dell’avventura potrebbero cambiare sviluppare idee sottilmente differenti, ma di base il loro obiettivo per la posta è il loro drive. E a questo punto sono curioso di saperlo XD

Sul conflitto:
è tecnicamente giusto. Una ferita può essere sociale “mi sento esclusa” “mi hanno offesa profondamente” “sento la fiducia tradita” ecc ecc. Può anche essere magica “mi hanno rubato il nome” “il demone prende il controllo del mio corpo” “perdo la memoria” sono esempi che mi sono capitati.
Meccanicamente il risultato è sempre lo stesso, il giocatore inizia il suo conflitto già ostacolato, quindi i semplici fallimenti ora lo feriranno di nuovo, e il primo ritiro fallito lo manda fuori combattimento.

Non entro nel merito se la vostra narrazione andasse bene o meno. Per voi ha funzionato, tanto meglio. Per me personalmente “mettere una polvere magica in un piatto per far diventare qualcuno tuo servitore” è l’inizio di un conflitto di Magia, non Sociale. La magia può darti quello che vuoi, anche influenzare qualcuno. Se avesse fatto uno spettacolo di magia per meravigliare quella gente nella mia testa sarebbe stato Sociale (lo spettacolo di magia è il “come lo fai”, ma l’effetto che vuoi ottenere è sociale), ma al momento che fai una magia per piegare la volontà di qualcuno per me è palese che stai agendo magicamente, non stai spingendo qualcuno a servirti, stai letteralmente usando la magia per modificare la sua mente. Ma questo è un dettaglio, non fartici un cruccio.

Sulle tempistiche del conflitto. C’è conflitto quando una trollbabe in scena o il GM dicono che c’è conflitto. L’obiettivo è stabilito e viene vinto alla scala adeguata all’avventura (secondo narrazione del GM). Tu hai la tua avventura, le TB ci sono dentro e ci sguazzano. Alcuni giocatori sono più calmi e cauti e passa molto tempo prima che prendano vere decisioni, alcuni invece sono costantemente in modalità assolo. Personalmente la seconda categoria non mi fa impazzire, ma è formalmente valida.
Alcuni GM ti tirano addosso l’avventura, altri la prendono tremendamente alla larga.

Siete musicisti alla presa con strumenti nuovi e state imparando a suonarli, troverete il vostro stile, ma questa è questione di pratica e di affinare i propri gusti.

3 Mi Piace

Grazie del commento, Simone. Purtroppo non sono ancora arrivato alla parte più sminchiata; comunque ci tengo ad andare scena per scena perché abbiamo trovato un sacco di inceppi, e mi interesserebbe sapere cosa ne pensi. Stasera continuo a scrivere.

Per rispondere alla tua domanda:

I due destini di Livia erano se sarebbe cresciuta tra i fuorilegge o tra gli abitanti del villaggio. Tra i personaggi con nome, Adam, Greg e Liam sono quelli che vogliono recuperare la bimba, per ragioni ovvie. Fulvo vuole tenerla al campo dei banditi. Rujin non ha un interesse personale ma non vuole interferenze con il campo dei fuorilegge. Luk e Alba erano solo personaggi di contorno, e forse mi sono davvero sbagliato io a inserirli così – vedrai dopo.

1 Mi Piace

Adoro Trollbabe e mi piaccerebbe dare il mio piccolo contributo alla discussione.

La posta, come ti ha già ha già fatto presente Simone, è talmente importante che va scritta in alto ed in grassetto :slight_smile: perché è lo scopo della vostra giocata e su quello devi mirare.

Generalmente si chiama conflitto quando è evidente che c’è una contrapposizione tra le volontà dei personaggi in gioco (trolbabe e PNG) , oppure quando le azioni della Trollbabe destabilizzano o sono rilevanti per la posta.

Premesso che anche secondo me, come dice Simone, se mettete in gioco una polvere magica…il conflitto è di Magia. La Magia è molto flessibile, ma richiede tempo per la prepazione. Però, specifico che il gioco permette di scegliere un tipo di azione e di narrare altro come colore. Perché la scelta dell’abilità circoscrive la scelta dell’obiettivo e non la narrazione per ottenerlo. Quindi diciamo che non è un grosso errore, però poi potrebbe diventare forzata la narrazione.

Ho solo un dubbio su quanto hai scritto: ”decidiamo che è tipo di abilità Sociale”. In Trollbabe non esiste la nogoziazione e chi chiama il conflitto decide l’ambito di azione e quindi circoscrive l’obiettivo e…

Non è un obiettivo raggiungibile. Perché la scala è 1 e quindi non ti permette di influenrazioe una famiglia (gli Orchard ). E’ ammissibile scegliere un obiettivo fuori scala e ti consiglio di provarlo, però in questo caso, la Trollbabe avrebbe avuto una performance incredibile, ma senza ottenere il risultato sperato.

Inoltre l’obiettivo deve essere un risultato tangibile, espresso in maniera attiva e in forma transitiva. Quindi “gli orchard accettano di servirmi” secondo me andrebbe espresso in maniera differente, in primis perché “servire” non è poi così Tangibile come obiettivo e non riguarda il qui ed ora. Servire è talmente generico che potrebbe dire tutto e nulla. Diventano zombi schiavizzati e faranno tutto quello che chiede? Opppure saranno gentili anfitrioni che si prendono cura dei loro opspiti? quanto durerà? per l’intera scena? Per l’intera storia? Di certo non la salveranno da evantuali conflitti sulla posta. “Voglio convincere il padrone i casa ad ospitarmi qui da loro”. Questo è un obiettivo chiaro e tangibili espresso in forma attiva e transitiva. Anche se magari…lo si poteva ottenere banalmente dialognado con il i personaggi del GM :slight_smile:

Chiamare il conflitto è importante, e il giocatore scoprirà giocando che va fatto quando veramente ci tieni e senti che c’è una contrapposizione tra la tua volonta e quella del mondo. Chiamarlo alla leggera o sbagliare l’obittivo è un attimo e ne va pagato lo scotto.

4 Mi Piace

Quello che ha detto Digio.

Un’unica precisazione.
“Gli Orchard accettano di servirmi” è al limite, ma forse non è illegittimo come obiettivo.

Certamente è un po’ troppo generico Immagino tutravia che, tutto sommato, al tavolo abbiate avuto chiaro cosa significava come conseguenza pratica “qui e ora”.

Per il contenuto e il modo del servizio poi, eventualmente sarà il Master in base alla Fase Equa e Trasparente, al tuo tipo di Magia e al tuo carattere, nonchè al carattere dei png a descrivere con quale modalità si attua il servizio alla Trollbabe.

Il punto è che non è a Scala attuale della Trollbabe, sia perché riguarda più persone, troppe, sia perché è un Obiettivo futuro e continuato.
Non viene mai detto, ma in casi come questo il Tempo in pratica può diventare una variabile della Scala dell’Obiettivo.
Non puoi ipotecare a Scala 1 il futuro comportamento toale di un png (o più png) per sempre, per quello esistono le Relazioni.
Con un Conflitto non ti puoi “mangiare” un pezzo di ambientazione del Master gestendolo per sempre.
Man mano che cresci lo potrai fare sempre più, all’inizio magari per tutta un’Avventura su un png e basta.

In genere chiamare un Obiettivo con effetto continuato nel tempo è segnale di una chiamata storta.

Continuato nel tempo non è come “gli taglio un braccio”, questo si esaurisce qui e ora, sono solo le sue conseguenze che rimangono.

Continuato nel tempo è “su questo villaggio pioverà per sempre”.

Lo puoi fare…a Scala adeguata però.

1 Mi Piace

Una cosa è vera: non ho spinto abbastanza sulla posta. Però più ci rifletto e più il problema fondamentale deve essere stato di affiatamento e aspettative dei vari giocatori.


Chiarisco come siamo finiti a scegliere il conflitto Sociale. Il giocatore dice “chiamo un conflitto Magico”. Io gli dico, “attento che il manuale dice che la magia non ha effetti sull’immediato e richiede di avere tempo per farla”. Non gliel’ho imposto, ma gli ho fatto notare quel che c’era scritto nel manuale, rileggendolo. E quindi ci siamo assestati sul Sociale.

È una cattiva interpretazione delle regole? Cito quello che dice il manuale (pp. 34-35):

The Magic Action Type is almost entirely the opposite: flexible instead of constrained, leisurely rather than immediate. Although it can be used to kill or incapacitate someone, it can also gain information, provide a means of travel somewhere, send or receive an object, save or rescue someone, control
others’ behavior, alter the physical features of a situation, or communicate with someone.

This Type takes time; it’s not an “action scene” type of thing. By identifying a conflict as Magic, by definition, you’re saying that the trollbabe has plenty of time to prepare and not be bothered. Sometimes, that won’t make sense, and if so, well, don’t identify the Type to be Magic. (Incidentally, fast snap-shot magic is possible in Trollbabe, but you get to it a different way.)

The Social Action Type is often what people really want, and it’s important not to pick Fighting or Magic by mistake. This Type is used to inspire, lead, convince, bargain for advantage, reassure, terrify, attract, intimidate, establish commitment, or gain information. Its key feature is that it changes others’ active behavior. Hitting a person using Fighting won’t do that; it’ll just beat him up.

Poi, non ho capito come si fa la “fast snap-shot magic”. L’ho cercato nel manuale, ma non lo ho trovato.


Mi sono poi accorto che nelle successive scene ci siamo assolutamente dimenticati di questa parte (p. 53). Infatti mi chiedevo come far pesare le Ferite.

First, injury has no effect on your trollbabe’s current Series at all. Second, for the long-term, “injured” is a set status. There is no such thing as lightly-injured or scriously-injured in Trollbabe, or rather, the distinction is left to the details of narration.

When injured, the trollbabe begins all new Series differently: one box already along the path, so that upon failure of the first roll, she proceeds to the injury box right away. Therefore she is limited to a
total of two re-rolls instead of three. The idea is that you “start inconvenienced” due to the pre-existing injury. Again, it does not matter one bit what kind of injury we’re talking about, or how it came about.

La fast snap-shot magic

Non la troverai perchè non esiste in Trollbabe. La magia e di tipo rituale/tecnologica/shamanica e richiede tempo per farla.
Il giocatore perteva quindi dichiarare che la Trollbabe si metteva a preparare la polvere schiacciando le erbe in un mortaio che aveva nella sacca, prima di mettersi a tavola. Una volta preparato poi l’effetto sarà istantaneo…ma quello lo si vede con i tiri delle varie serie.
A livello di Fiction puoi avere un incantesimo istantaneo attraverso la spunta del re-roll relativo “Un incantesimo ricordato.”

Il giocatore deve inizare la serie descrivendo come la ferita (psicologica o fisica), la ostacola nel raggiungere l’obiettivo stabilito: La ferita pulsa e il dolore lancinante arriva alla testa oppure, L’immagine della faccia sbeffeggiante di Liam Orchard ritorna alla mente proprio quando la concentrazione e la derminazione doveva essere più forte.
Ricordo comunque che le ferite in Trollbabe si curano con una scena di recupero. La chiama il giocatore e generalmente se ha senso in Fiction il GM la concede.

2 Mi Piace

occasionalmente mi è capitato che curare una ferita fosse conflitto, sopratutto con le ferite magiche.
Occasionalmente mi è anche capitato alla fine di una scena di dire “per quanto mi riguarda potresti non essere più ferita”, soprattutto con le ferite sociali.

3 Mi Piace