Motivi per giocare via forum

Continua la discussione da PBF: Quali siti? Discord? Altro?:

Ammetto tutravia che del fascino ce l’ha e sarei curioso di comprendere i motivi non di tipo pratico che possono portare qualcuno a giocare in questo modo

Io c’ho giocato per tre motivi (ma sono sicuro che altri avranno i loro):

  1. I tempi più lunghi, se da una parte riducono il dramma di certe situazioni (ad esempio, non sono mai riuscito a vedere un PbF con elementi da thriller funzionare come dovrebbe), dall’altra permettono di riflettere su quello che si fa e di applicare più correttamente le procedure di gioco (questo vale soprattutto per i sistemi croccanti: avere 24h per sfogliare un manuale e controllare di non star facendo casino con le regole aiuta un sacco).
  2. Ho sempre visto una maggiore rifinitura nei messaggi, con un orientamento più narrativo anche in giochi come D&D 3.5. Più attenzione alle relazioni tra i PG e con i PNG, più dialoghi diretti e via dicendo.
  3. Avevo pure visto spuntare, attorno al 2008, regolamenti pensati esclusivamente per il PbF, e quelli che avevo provato (morire che mi ricordi i nomi) funzionavano in modo parecchio interessante. In generale, siccome il gioco di ruolo è conversazione e il forum è una forma di conversazione piuttosto articolata e ricca di opzioni, ci si possono fare cose piuttosto carine. Peccato che la morte dei forum abbia stroncato questo filone sul nascere.
2 Mi Piace

Il motivo principale per giocare ad un Play By Forum è la possibilità di intervenire anche se non riesci a trovare un tempo comune con gli altri. Il difetto principale è la sua incredibile lentezza: molte campagne naufragano perché la gente si scorda quello che stava facendo, i PNG, i PG, ha altri impegni e non può intervenire, il pathos scompare e via discorrendo.

Il gioco PbF è semplicemente morto per questo motivo qui: la gente quando gioca vuole giocare ora e subito, non mesi dopo quando non ha tempo…

io adoro i PbF: sono stato Master a 5 di essi. Tutti naufragati per sparizione giocatori…
Anch’io, purtroppo, non sempre avevo il tempo di intervenire: c’erano dei giorni in cui l’unica cosa di cui avevo voglia era di andare a letto, dopo una giornata tanto pesante di lavoro che non riuscivo nemmeno a spulciare le novità.

Ciao :slight_smile:

1 Mi Piace

Io l’ho visto morire assieme ai forum. Credo di averne giocati una dozzina e i naufragi sono iniziati man mano che si vuotavano i forum. Però è anche vero che avevamo un’età media diversa (liceali e universitari).

Io sono uno degli ultimi giocatori di PbF (tipo l’ultimo dei mohicani, per intenderci).

Purtroppo se non ci sono alternative valide e non si riesce a ritagliarsi un periodo fisso di ora/giorno della settimana in cui giocare di persona o online con tutto il gruppo, non ci sono alternative.

Sì, porta a giocate lente, che però possono essere mitigate con dei mini riassunti della situazione e con l’affiancamento di altri strumenti (es. un miniwiki di giocata dove appoggiare schede, immagini, mappe e profili di png con il livello di dettaglio scoperto dai giocatori).

Purtroppo a causa del fatto che sono un po’ caduti in disgrazia disuso non ne sto giocando più nemmeno uno. C’è stato un periodo che ne avevo tre, di cui uno master di Dungeon World e devo dire che non era venuta male la giocata, considerando che tutti eravamo alle prime armi (io avevo però letto molti articoli e forum prima di iniziare).

2 Mi Piace

Se l’OP me lo consente, mi piacerebbe estendere la discussione anche al gioco via email o addirittura via lettera.
Se invece @thekernelinyellow vuole che rimanga incentrato solo sul forum, apro un altro thread.

cos’è una lettera?

Beh, alla fine il formato è quello.

1 Mi Piace

I motivi, come per Palin (con cui ho anche giocato in almeno due PbF, forse 3) sono eminetemente pratici.
Non riesco a ritagliarmi del tempo continuativo per quello che è uno dei miei svaghi preferiti.

Però ho frequentato amici, in passato, che giocavano ai PbF non in alternativa al gioco al tavolo (parlo solo di tavolo e non video perchè al tempo non c’erano connessioni abbastanza robuste per giocare anche vie voce/video) ma proprio perchè gli piaceva. Anzi, magari giocavano anche al tavolo.

Apprezzavano sicuramente l’aspetto “letterario” di questa modalità (ed effettivamente 3 di loro, che fra l’altro non si conoscevano e frequentavano siti diversi, erano e sono scrittrici non professioniste. E almeno una era veramente una buona penna, anche se non vive di quello).

1 Mi Piace

Questa cosa è interessante. I giochi nati per essere giocati intorno ad un tavolo hanno meccaniche che ovviamente non funzionano bene quando dilunghi i tempi a dismisura, però se un gioco nasce già per i forum si può creare un’esperienza adatta al modo in cui viene giocato.

Sarei curioso di provare il PbF ma sarei ancora più curioso di farlo con un gioco fatto apposta.

De Profundis nasce per essere giocato via lettera

Non è strettamente fatto apposta, ma stavo sfogliando A Thousand Year Old Vampire, che è di sua natura romanzesco e lento e ho trovato i consigli per il gioco di gruppo:

When playing as a group, the slower Journaling Game takes on an epistolary,
or letter-writing, format. Whenever you generate a Prompt for your vampire, write your response as a letter to the other players instead of as a journal entry. Play happens simultaneously, although players will need to keep their vampires in similar timelines. If a big time jump occurs for one vampire the others will need to catch up. Maybe the remaining players make two or three rolls while they catch up to the character who has fallen asleep for a hundred years.

Non credo che sia nato espressamente per il gioco via forum, ma mi pare un ottimo formato da cui partire per un gioco via forum (tra l’altro masterless).

2 Mi Piace

Questo mi sembra ottimo per non creare colli di bottiglia e bloccare le partite