[Mouse Guard] La mia terza missione

Su richiesta di @PedroCeleste, riporto di seguito la mia preparazione da game master per la terza missione della mia campagna di Mouse Guard. Sono semplicemente gli appunti presi sul quadernetto prima di giocare la sessione e qui riportati in bella.


Terza missione

Arrivare a Rocciacorteccia sarà, verosimilmente, lo scopo della pattuglia.

Condizione climatica

Giornata limpida e fredda (pagina 150).

Primo ostacolo

C’è fango ovunque e fiumiciattoli di acqua che defluisce. Trovare un modo sicuro per viaggiare fino a Rocciacorteccia non sarà facile. Se falliscono, fagli trovare un gruppo di topi infreddoliti e malaticci che stanno cercando anche loro di raggiungere la città e hanno bisogno di aiuto.

Secondo ostacolo

Arrivati a Rocciacorteccia, c’è da convincere i suoi abitanti che il sindaco Osbert è un traditore, che va destituito e consegnato nelle mani de topi della Guardia. Se falliscono, i topi di Rocciacorteccia tenteranno di catturarli e imprigionarli.

Nel momento in cui avete giocato la missione non avete avuto l’impressione di passare da free-play fluido a mini-game di risoluzione ostacoli? Avete avuto anche voi questa sensazione di compartimenti stagni?

1 Mi Piace

Allora, le regole sono così tante e interconnesse che, per forza di cose, questa cosa emerge. Noi abbiamo giocato cinque sessioni, con solo me che avevo letto le regole e che le spiegavo a tutti gli altri. Inoltre, abbiamo giocato solo cinque sessioni e con la pausa natalizia in mezzo.

Un’altra cosa che ho notato è che io, come game master, non avevo troppa difficoltà a pensare come giocatore e, anche, a consigliare loro come potevano usare le cose che avevano sulla scheda portandole anche nella narrazione. Però i giocatori erano sicuramente più in difficoltà.

Luca, in particolare, quella sensazione che dici tu ce l’ha avuta tantissimo, e infatti è stato lui a chiedere di smettere di giocare. Insomma, secondo me, questo è un gioco che migliora e diventa tanto più fluido quanto più tu impari a giocarlo. Noi non ci siamo arrivati a quel punto: come gruppo abbiamo ceduto prima.

La famiglia di Burning Wheel richiede una padronanza totale delle regole da parte di tutti per far emergere il gioco.

Per questo per me BW è superiore :grin: essendo molto modulare, le regole le puoi imparare poche alla volta (puoi giocare senza conflitto sanguinoso, senza magia, senza conflitti estesi, ecc).

Mouse Guard e Torchbearer invece si pongono da subito di usare tutte le regole.

1 Mi Piace

Lo capisco anche, eh. Il punto è che se a qualcuno questa cosa non piace lo capisci solo giocando. E a noi è successo così. Poi devo ammettere che pochissima gente che conosco ama davvero questo genere di sistemi. Anche tra i giocatori tradizionali, si riempiono tanto la bocca, ma poi non ci riescono mica a giocare a questi cinghialoni.

Infatti noi venivamo tutti dai tradizionali e pensavamo che dopo aver domato la 3.5 e warhammer sarebbe stata una passeggiata. Invece poi giocavamo un conflitto sociale con le carte di mouse guard e ci guardavamo negli occhi come a chiederci “ma perché stiamo facendo tutto questo?”. Eppure eravamo tutti fomentatissimi dal giocare in quell’ambientazione, ma non è bastato a non farci mollare. Magari oggi lo riproverei, ma lato giocatore e non master (continuo a non capire come gestire il flusso di gioco).

1 Mi Piace

Se è per questo, anche io ho avuto esperienze simili. Gente che a 15 anni sapeva la 3.5 a memoria, passava giornate a fare build… E 15 anni dopo, si chiede come mai non riesca a godere di qualcosa un briciolo complicato. Senza rendersi conto che prima, passava letteralmente decine di ore a settimana a imparare a memoria i manuali, giocando poi per anni e anni allo stesso gioco, sviscerandolo; e ora a stento trova il tempo e le energie mentali per sedersi al tavolo e giocare qualche sessione (figuriamoci studiare un regolamento). Non dico che sia il vostro caso, ma a me è capitato, e più volte.

1 Mi Piace

Leggerissimo OT: io inizio anche a essere stufo di quelli che si siedono al tavolo senza aver mai letto il regolamento perché ‘tanto ce lo spieghi tu no?’

2 Mi Piace

Se per giocare di ruolo tutti fossero costretti a imparare il regolamento probabilmente avremmo un decimo dei giocatori che abbiamo oggi. Io sicuramente non avrei più un gruppo stabile :grimacing:

1 Mi Piace

Non dico imparare. Ma almeno leggerlo una volta. Almeno una parte. Almeno l’introduzione.

È una battaglia persa. Tutti i master d’italia dovrebbero entrare in sciopero e giocare solo con altri master. :grimacing:

1 Mi Piace