[Sagas of the icelanders] Combattimento letale

Solo per condividere questo momento della nostra partita di Sagas e parlare di quanto sia letale il combattimento in questo gioco.

Per diverse sessioni il giocatore che interpreta lo huskarl si tiene ai margini della vicenda, non attiva praticamente mai nemmeno una mossa, nonostante i miei tentativi di tirargliele addosso in ogni modo. Si limita a servire il suo padrone, a portare messaggi, a chiacchierare con tutti, ma tenendosi sempre in disparte ed evitando, quasi programmaticamente, di usare le mosse del suo libretto (non entro nella psicanalisi del giocatore, ma in qualche modo era prevedibile).

Finalmente all’alba del primo giorno d’estate, nell’ultima sessione della stagione, dopo aver compiuto il rituale di fertilità tanto atteso e che porterà un figlio all’Uomo della casa, decido di approfittare di un’occasione d’oro (i suoi rivali di sempre, cercano di entrare in casa bullizzando il resto della famiglia) e lo huskarl non può più tirarsi indietro.

Attiva quindi la mossa Berserker, che è il solo motivo per cui scelse quel libretto:

Quando carichi il nemico senza preoccuparti della sicurezza personale, gridando e ululando, tira +giovane.
Ç· Con 10+, tutti indietreggiano come matti o subiscono danno grave.
Ç· Con 7-9, come sopra, ma solo se scegli di andare avanti e subire danno grave tu stesso.

Tira 8, decide di subire danno grave.
I suoi due rivali, i gemelli della fattoria vicina, decidono di non indietreggiare.
Tira 5 su danno grave.
Risultato: lo huskarl muore uccidendo i suoi rivali.

Il combattimento piĂą rapido e letale che abbia mai giocato.

3 Mi Piace

Eccezionale. Ti ringrazio! Stiamo per far partire la nostra prima campagna e siccome ho voglia dincose drammatiche e intense, ponderate e realistiche… quello che hai descritto mi conforta!
Avevo immaginato fosse letale… ma eccheccazzo.
Ottimo!

2 Mi Piace

A parte il combattimento, le mosse Sfidare la sorte e Subire danno grave sono spietate. Nella nostra partita non ci sono state molte occasioni, le ultime tre sessioni nella notte prima del rituale erano state tutto sotterfugio e intrigo, con lo huskarl che sembrava un pulcinella vichingo, ma quando qualcuno poi tira fuori un’arma non c’è scampo: qualcuno cadrà e in pochi istanti.

1 Mi Piace

Comprendo perché rimaneva sempre dietro le quinte senza mai scatenare mosse. Molto probabilmente adesso starà ancora più dietro le quinte…

Ma la mia domanda è: ora che il personaggio è morto, che fa il giocatore? Gioca il fratello, del cugino, dell’amico del cane od il sistema permette di introdurre nuovi PG senza fare le solite boiate?

Ciao :slight_smile:

Non ci sono solo mosse di combattimento quindi non era un problema di protezione del pg.

PotrĂ  entrare in gioco con un nuovo pg a sua scelta, interno o esterno al mondo narrato finora. Mi sembra di aver capito che voglia tornare a chiedere vendetta con uno dei suoi fratelli che vivono a mezza giornata di distanza.

Ma se fossi in lui tornerei con il libretto del Bambino e giocherei il frutto del rituale di fertilità per cui è morto. :blush:

P.s.: almeno nei giochi di ruolo, la morte può essere divertente. E a volte è il modo migliore per chiudere un capitolo della storia.

1 Mi Piace