Fronti: come funzionano?

Tu l’hai detto! :smiley:
Comincio con una domanda facile: premetto che ho letto tutto il manuale, purtroppo a spizzichi perché coi bimbi a casa il tempo è meno che se dovessi lavorare, e quindi alcune cose probabilmente non le ho assimilate bene…
Ho provato una sessione “improvvisata”, che bene o male ha funzionato. “Facciamo che” ora il mio PG si ritrova con un oggetto (magico?) che gli è stato affidato da un PNG, da portare da qualche altra parte.
Ora il PG deve andare ad una certa locanda per chiedere informazioni ad un certo tizio che sarebbe un compare del PNG che gli ha affidato l’oggetto.
Per raggiungere la locanda deve passare su un ponte.
Mi verrebbe da pensare “creo un fronte che comprenda la locanda e il ponte”. Seguendo le istruzioni mi si dice di creare pericoli, oscuri presagi, domande…
Ma, in questo caso, all’atto pratico COSA sarebbero?
Per esempio mi viene in mente che il ponte possa essere in qualche modo maledetto, una roba che quando ci passi sopra cerca di ammazzarti con un’orda di topi che ti attaccano da entrambi i lati…
Ma come potrei realmente ed in pratica “creare” questo fronte? Soprattutto l’uso disinvolto di “oscuri presagi” mi lascia perplesso… quali potrebbero essere? COSA potrebbero essere?
La prima impressione che mi ha dato DW è che avesse una struttura semplice ma potente, in cui tutte le cose che servivano “cadevano” nel posto giusto quasi da sole. Ma questa parte dei fronti invece non riesco proprio a farla mia, e sono quasi sicuro che sia solo perché ho travisato qualcosa…
Aiutino?

Ciao =)
Attenzione…perchè il PG può sempre “rivelare conoscenze” e sapere tutto ciò di cui ha bisogno, quindi il “deve andare a chiedere informazioni” non è necessario, ci può stare, ma non lo è =)

Per quanto riguarda i fronti, il ponte e la locanda sono una minaccia importante\interessante? Altrimenti sono semplicemente un ponte e una locanda =)

Esatto. Questo estratto del testo l’ho preso da dungeonworld.it, quindi potrebbe essere leggermente diverso dal libro che stai leggendo tu:

Creare i pericoli
Non tutto ciò che compare in una partita è adatto a costituire un pericolo — trappole, mostri erranti e altra roba di poco conto potrebbero essere presenti giusto perché appropriati in un determinato luogo o situazione, ma non abbastanza importanti da essere annoverati tra i pericoli. Non è un problema. I fronti sono qui proprio per aiutarti a fare il quadro della situazione.

I fronti io li immagino sempre come qualcosa in movimento, che se trascurati portano guai. Il ponte maledetto è sicuramente una minaccia per il tuo eroe, ma potrebbe essere il posto giusto per un’imboscata perché l’oggetto magico che trasporta il PG è bramato da qualcuno. Chi è questo qualcuno? Perché vuole l’oggetto? Sa già che il PG ce l’ha? Come farà a prenderlo? Prova a segnare anche dei “presagi” che facciano percepire che questo fronte si avvicina o diventa più minaccioso. Sente una presenza strana, come brividi di freddo o occhi che lo osservano? Trova animali morti vicino al ponte? Ci sono strane tracce a terra mentre si avvicina? l’oggetto comincia a pulsare/vibrare? Sto sparando frasi generiche, tanto dipende da quello che vi siete detti in prima sessione e dal libretto scelto anche.

2 Mi Piace

Direi che ci starebbe un bel fronte sull’oggetto magico, a questo punto :smiley:

Sì, anche il mio “libro” l’ho creato partendo dagli articoli di dw.it :slight_smile:
Proprio questo intendevo, anche a me pare che non siano “pericoli”, però a questo punto mi chiedo “ok, se un fronte ha bisogno di un pericolo e di oscuri presagi… quali sono? Devo inventare un ulteriore pericolo più grande? Ma… in pratica?”
non so se rendo l’idea dei miei dubbi: ho in mente un paio di idee, ma non riesco a farle “cascare” bene dentro le regole

ah! ok… mi pare di cominciare a capire meglio, grazie!

1 Mi Piace

Anche questo è interessante… non ci avevo pensato! Potresti farmi qualche esempio buttato lì con l’accetta? Perché mi pare proprio che il problema mio è che non ho ben capito le grandezze in gioco, i meccanismi… magari con qualche esempio mi sblocco e comincio a ragionare su binari più corretti.
Premetto che io non so cosa sia l’oggetto. Avevo pensato ad un parallelepipedo con un monogramma sopra, che fa pensare di essere una scatola ma in realtà è un qualche tipo di “chiave” da consegnare ad una personalità in qualche posto… e a quel punto capiterà qualcosa, ma non so bene cosa

Allora, non ho il manuale sottomano (venduto…) e non ricordo esattamente come si fanno i fronti a dw, però visto che hai tirato in ballo possibili persone che lo vogliono è il caso di chiedersi:

-Chi lo vuole(persone singole, fazioni, più di un “gruppo”, mostri, bla bla bla)
-Perchè?
-Come l’oggetto può spostare gli equilibri di potere(fisico, magico, sociale, bla bla bla)

GIà così dovresti avere un’idea di come inserirlo nelle varie domande del fronte. Ad esempio, è un oggetto così importante da incentrarci la campagna? O magari va bene solo per un’avventura…o magari è un pezzo di una collezione, o di un oggetto singolo, che tornerà in gioco per tutte le sesioni?

(Finisco alcune cose e vedo se mi rileggo i fronti per bene pure io dal sito :smiley: )

Da una cosa che sto scrivendo, ma che potrebbe essere utile per capire i fronti (ocio che è lungo):

Il “fronte” è ciò che si muove durante la storia, in un certo senso la trama portante; in un certo senso perché, di fatto, rappresenta il tomo segreto del GM su quello che succede durante la Storia, se i PG non intervenissero (ricordate che anche il non agire è una scelta). Esso si manifesta in uno o più Pericoli collegati tra loro che minacciano direttamente i personaggi giocanti o le persone, i luoghi e le cose a loro care. Ogni Pericolo si manifesta attraverso una o più Oscuri Presagi; questo nome altisonante indica un insieme di avvenimenti chiave che portano avanti il piano del nostro “cattivo” di turno a mano a mano che avanza verso il suo obbiettivo finale. L’obbiettivo finale prende il nome di Disastro Incombente ed è ciò che i PG cercheranno di impedire. Le cose poi si possono complicare: dato che un Fronte può essere composto da più pericoli, perché non metterne due in sequenza od addirittura in parallelo? E se anziché due fossero tre?

Creare un Pericolo
Nella normalità dei casi (vedremo più avanti le varianti), ci sarà un qualche “cattivo” che muove i fili della Storia ed è quello che i PG dovranno affrontare: affronteranno i suoi scagnozzi, le conseguenze dei suoi piani, i suoi tentativi di raggiungere il suo scopo che per i PG significa qualcosa di disastroso (Disastro Incombente). Quindi bisogna partire da chi è questo “cattivo” e dal disastro che vuole causare. A meno di ispirazioni improvvise, di solito non serve partire dal dettaglio ma solo da una definizione generica.
I cattivi possono essere: orde fameliche (esempi: barbari nomadi, insetti umanoidi, infestazione di non-morti), organizzazioni ambiziose (esempi: società segrete, culti, governi corrotti, gilde di ladri, qualcuno con la morale corrotta [il fine giustifica il mezzo]), minacce planari (divinità, principi demoni, arcidiavoli, primordiali, personificazioni della Legge, Forze del Caos, Messaggeri Divini, Spiriti Celestiali, Spiriti Primevi, Forze della Natura), nemici arcani (Maghi di ogni genere a natura, Signori dei non-morti come vampiri o lich, artefatti senzienti, antiche maledizioni, draghi), luoghi maledetti (luoghi di potere, regno delle ombre, portali oscuri, vortici elementali, terreni profanati). Ognuno di essi ha associato un Istinto che è una linea guida (ed una mossa) che può essere usato per decidere il resto.
Stabilito, almeno in liena generica, chi è il cattivo, tocca decidere qual’è il suo scopo: tirannia, distruzione, impoverimento, pestilenza, usurpazione, caos dilagante… qual’è il disastro che si compirebbe se il cattivo raggiungesse il suo scopo?
Appena trovato il disastro, immaginate subito come esso si possa realizzare: se scegliamo, ad esempio, impoverimento, che significa? Schiavitù? “Il mondo ha bisogno di legge ed ordine: la mia legge, il mio ordine!”? Mancanza di beni essenziali? Altro? Immaginiamo schiavitù. Come si manifesta questa affinché i PG ne siano “disastrati”? Ricordo che il Pericolo può minacciare sia i personaggi che i luoghi o le persone a loro care.
Come vogliamo fare questa schiavitù: il Pericolo conquista il luogo? O deporta tutti? Balziamo dal cattivo al Disastro Incombente per definire detti dettagli.
Definire gli Oscuri Presagi
Gli Oscuri Presagi si basano su due assunti:

  • i PG possono accorgersi dell’Oscuro Presagio
  • i PG possono impedirlo

Questo non significa che il Pericolo si muove alla luce del sole, ma che lo sviluppo di ciò che avviene nel mondo di gioco può portare a queste due conseguenze. Non è un oscuro presagio se i PG non possono accorgersene (un tizio che fa il patto da qualche parte del mondo, senza alcuna conseguenza, ad esempio) né se i PG non possono impedirlo (gli avvenimenti che danno inizio alla storia, ad esempio). Gli Oscuri Presagi rappresentano in concreto ciò che il cattivo fa per raggiungere il suo obbiettivo e che manifestazioni ci sono nel mondo di gioco. Quanti Oscuri Presagi fare? In realtà non c’è un numero preciso, molto dipende da quanto volete rendere questi passaggi potenti e dare la sensazione di fretta o viceversa farli poco appariscenti e procedere lentamente. Mediamente siamo sui 7-10 ma le cose possono cambiare di molto (ho fatto anche solo tre passaggi ed anche quindici). Per inventare gli Oscuri Presagi semplicemente penso a cosa fa il cattivo che ripercussioni ha e cosa succede se i PG non intervengono. In genere la “sequenza di passi” che viene inventata, risulta essere molto più naturale mentre la fai che non a spiegarla. Quello che rende un po’ più complesso il lavoro, è controllare che questi passi siano davvero degli Oscuri Presagi o meno.

Esempio (potrebbe non essere completo)
Come Pericolo facciamo un’organizzazione ambiziosa. Come Distrastro Incombente scegliamo Impoverimento. Che significa? Schiavitù? “Il mondo ha bisogno di legge ed ordine: la mia legge, il mio ordine!”? Mancanza di beni essenziali? Altro? Immaginiamo schiavitù. come vogliamo fare questa schiavitù: il Pericolo conquista il luogo? O deporta tutti? Cosa vogliamo fare? Abbiamo scelto un’organizzazione ambiziosa. Potremmo fare un governo corrotto. Così facendo possiamo fare che la schiavitù sia il fatto che il “governo” stringa la cinghia sul paese dei PG e li riduca alla misera. Oppure possiamo fare qualcuno con la morale corrotta: se il fine giustifica i mezzi, arrestando tutti, si arresterà sicuramente anche il colpevole e quindi i PG si trovano in mezzo a queste magagne. In verità io ho già pensato ad un “cattivo”: un diabolista che ha fatto un patto coi demoni al fine di averne dalla sua e li usa per seminare il terrore intorno; se i suoi piani vanno a buon fine, lui ed i suoi demoni avranno un bel po’ di gente da sottomettere ai propri fini. È un’organizzazione perché non è da solo; ha agenti ovunque, reti di spie e collaboratori. Nonostante sia una persona ad aver stretto il patto, l’intera struttura ne è a conoscenza e l’asseconda. Oh, yeah! Abbiamo il nostro cattivo ed il Disatro Incombente. Non resta che passare ai suoi piani, cioè agli Oscuri Presagi.
buttiamo giù un po’ di idee sui passi che vuole fare il nostro cattivo per ottenere il suo scopo. Ci interessano i passi che farà, non come li farà:

  • manda i demoni a seminar il panico
  • infiltra i suoi uomini nei centri decisionali per risolvere l’emergenza
  • fa possedere dai demoni le persone importanti
  • mostra la possessione dei demoni affinché la gente non si fidi più gli uni degli altri
  • spezza le loro difese con attacchi mirati
  • conquista i centri di potere
  • Scatena i demoni per sottomettere!
    ->DISASTRO: i demoni schiavizzano i mortali!

Ok, in realtà si può allungare od accorciare il brodo, ma per questo esempio facciamo così. La domanda è: sono tutti Oscuri Presagi?
-> manda i demoni a seminar il panico: i PG se ne accorgono? Sì, li vedono. Possono impedirlo? Mmmm, dà più l’idea dell’inizio della storia, a meno che non si voglia introdurre qualcosa di particolare, ma noi dobbiamo rimaner sul semplice nell’esempio, quindi, facciamo che la comparsa dei demoni sia l’inizio della storia. Essendo l’inizio della storia, non c’è modo di impedirlo, di conseguenza non è un Oscuro Presagio. Tuttavia lo segno comunque per ricordarmi che così ha inizio tutto.
-> infiltra i suoi uomini nei centri decisionali per risolvere l’emergenza: i PG possono impedirlo? Certo, basterebbe mettere gli opportuni indizi. Il problema è un altro: così come è scritto, i PG non hanno modo di accorgersi che le cose stanno andando di male in peggio. Quindi non è un oscuro presagio. Potrei eliminarlo ma mi sembra un passo importante del piano del cattivo, quindi direi che è il caso di riscriverlo: se i PG “si guardano i piedi”, come fanno ad accorgersi che le cose nelle alte sfere sta cambiando? Vengono emessi strani editti per la situazione di emergenza (cosa significano questi “strani editti” lo decidiamo dopo). Ricollegando a quanto detto prima: infiltra i suoi uomini nei centri decisionali per risolvere l’emergenza, facendo emettere “strani editti”. Ora abbiamo entrambi: i PG si accorgono che qualcosa non quadra a causa dell’emissione di questi “strani editti” ed allo stesso tempo, possono scoprire gli infiltrati ed impedirne l’emissione o farli ritirare non appena li scoprono. Buono.
-> fa possedere dai demoni le persone importanti. Mi piace questo passaggio perché si può sviluppare in molti modi: da persone che non ti riconoscono più, si comportano in modo strano, fino a vere e proprie mutazioni. I PG possono impedirlo, possono liberarli e possono accorgersi che tutto funzioni.
-> mostra la possessione dei demoni affinchéla gente non si fidi più gli uni degli altri. Ottimo. Ci sono entrambi i punti: visto che viene mostrata, i PG se ne accorgono e possono anche impedirla, impedendo le possessioni. Buono, buono, buono.
-> spezza le loro difese con attacchi mirati. Come detto sopra: si mostra e si può impedire. Ok.
-> conquista i centri di potere. E qui abbiamo di nuovo un problema: come fai a farlo vedere? La stessa cosa degli editti di prima? Ma che noia! Che altro? Oh, è semplice: questo passo del piano avviene dopo che i demoni hanno mostrato di poter possedere, dopo che hanno spezzato le loro difese, quindi semplicemente i PG vedranno i demoni sostituirsi ai vari governanti!
-> Scatena i demoni per sottomettere: null’altro da dire. Se non impediscono questo passo, si attiva il DISASTRO!
Riscriviamo quindi gli Oscuri Presagi (il primo passo è in realtà già fatto perché è l’inizio della storia):

  • x manda i demoni a seminar il panico
  • infiltra i suoi uomini nei centri decisionali per risolvere l’emergenza, facendo emettere “strani editti”
  • fa possedere dai demoni le persone importanti
  • mostra la possessione dei demoni affinché la gente non si fidi più gli uni degli altri
  • spezza le loro difese con attacchi mirati
  • conquista i centri di potere: i demoni si sostituiscono alle persone!
  • Scatena i demoni per sottomettere!
    ->DISASTRO: i demoni schiavizzano i mortali!

Ve lo dico subito: mentre preparavo questo schema, mi è subito venuto in mente un altro pericolo: uno degli stati coinvolti decide di costruire una Squadra anti demoni al fine di arginare l’emergenza… peccato che i suoi modi siano più alla “sterminiamo qualsiasi sospetto” che non “capiamo cosa sta succedendo”. Questo si scontrerà diverse volte coi PG ed il suo Disastro sarà la loro morte. Volete provare voi a scrivere gli Oscuri Presagi? :wink:

Usare il Fronte (potrebbe non essere completo)
col Fronte tieni d’occhio i tuoi pericoli e hai la traccia di quello che vogliono fare. Non ti resta che far muovere avvenimenti e PNG per fargli raggiungere il prossimo passo. Tieni bene a mente due cose: a) i PG devono avere la possibilità di capire cosa sta succedendo, di intervenire, rallentare e fermare l’avanzata del pericolo, quindi fai in modo che abbiano sempre la possibilità di accorgersi di qualcosa e che possano muoversi come preferiscano. Non serve inventarsi come lo risolveranno: quello è compito dei PG, ma devi comunque dargliene la possibilità. b) le cose vanno in crescendo, sia come tensione che come comprensione. Man mano che il Pericolo raggiunge il suo scopo, più la fretta si fa alta ma più i giocatori dovranno avere chiaro il quadro della situazione.

Variare il Pericolo: come ho detto i PG devono avere la possibilità di bloccare un Oscuro Presagio. Cosa succede questo avviene?

  • il passo si salta: vi consiglio di usare poco questa variazione perché dà l’impressione che le scelte dei PG non contino. Ma in alcuni frangenti può dare una scossa agli eventi. Il fatto che il nemico prosegua la sua corsa verso la vittoria, senza che ci sia bisogno di quel punto, dà un forte indizio su cosa possa egli aver bisogno. Se deve recuperare 7 gemme, i PG riescono a recuperarne 1, ma il nemico prosegue imperterrito la sua avanzata, invece di fermarsi per raccogliere la gemma mancante, c’è la possibilità che: il nemico non abbia davvero bisogno di tutte queste gemme oppure il nemico procede a recuperare le altre gemme per poi fare il “mazzo tanto” ai personaggi per recuperare l’ultima. Nel primo caso il nemico aveva bisogno di tutte le gemme per ottenere il massimo, ma anche non proprio il massimo gli va bene uguale. Nel secondo caso, è vero che i PG avranno a che fare con una grossa forza di impatto, ma hanno anche tutto il tempo per prepararsi e diminuire la forza del nemico prima dello scontro!
  • gli Oscuri Presagi variano: a volte la non riuscita di un piano, richiede di rivedere tutti gli altri. In tal caso voi variate gli Oscuri Presagi e proseguite con la storia. Però segnatevelo perché i PG potrebbero mettere i bastoni tra le ruote del cattivo un po’ troppe volte e ciò porterà inevitabilmente alla…
  • variazione del Pericolo: il Pericolo cambia i propri piani. Che sia perché non possa più raggiungerli, che sia perché vuole togliere di mezzo gli ostacoli, che sia perché vuole convincere i PG a passare dalla sua parte o qualsiasi altra cosa, il Pericolo cambia completamente: cambia il Disastro Incombente, gli Oscuri Presagi ed anche il nemico stesso, se ha senso.
  • il Pericolo viene fermato: è quello che ovviamente accade quando i PG non solo fermano i suoi piani ma lo mettono pure in condizioni di non nuocere.

Nuovi Pericoli: a volte le azioni dei PG possono generare nuovi pericoli. Si sa, i protagonisti tendono a farsi diversi nemici nel corso della Storia e qualcuno di essi potrebbe avere sufficiente potere da essere esso stesso un Pericolo. Può anche capitare che la variazione di un Pericolo ne generi un altro. Una cosa che può capitare ma che vi sconsiglio di usare all’interno della stessa Storia è quando la sconfitta di un Pericolo ne generi uno equivalente: sconfiggi il capo degli orchi ma il figlio vuole vendetta e ne assume il comando. Evitate di fare che questi si manifesti durante la Storia che state svolgendo. Segnatevi la cosa e fatelo comparire più tardi. I giocatori avranno la soddisfazione cercata ed in più sentiranno che il mondo reagisce alle loro imprese, sia nel bene che nel male.

BONUS (questa è roba pensata da me)

Variante del Fronte: gli eventi
I Fronti sono abbastanza malleabili da permettere il loro uso anche in altri frangenti. Ad esempio quando non c’è un nemico che fa piani ma una serie di avvenimenti che, come un contatore che va a zero, rischiano di “scatenare l’inferno”. Ad esempio, se i PG devono fermare un’eruzione vulcanica, non vi è un nemico, ma un Pericolo sì: il Vulcano! Egli non ha piani in mente, ma attiverà una serie di eventi, man mano che il tempo passa. La tecnica funziona nello stesso modo di prima: si decide il Disastro Incombente e gli Oscuri Presagi. Quello che cambia è il modo di muoversi: gli eventi avvengono ogni tot tempo, non perché qualcuno porta i suoi piani avanti per farli avverare. Come si stabilisce questo “tot” tempo? Qui dipende da come avete in testa la vostra Storia: per alcune trame gli avvenimenti sono segnati dallo scorrere dei giorni o delle ore e quindi bisogna tener traccia di essi, per altri l’evento avviene quando i PG fanno (o non fanno) qualcosa. Altre volte invece capiterà che siano vaghi: deve avvenire a certe cadenze ma esse non sono definite (l’esempio del vulcano). Quando far avvenire il “passaggio”? È più un’arte che una scienza, ma io in genere preparo gli avvenimenti considerando una sorta di “punti chiave” nella Storia su cui i PG possono passare. Se i PG passano dal “punto chiave”, avviene lo scatto. Se i PG saltano il “punto chiave” o hanno trovato il modo di fermare il Pericolo o ce ne sarà uno più avanti (ma intanto hanno guadagnato tempo). Essendo un Fronte, ogni Evento è in realtà un Oscuro Presagio, quindi i PG hanno tutte le possibilità per impedirlo od accorgersi che qualcosa non va. In genere quando i PG fermano un Oscuro Presagio, significa che hanno trovato il modo di fermare il Pericolo. A volte si può applicare il “salto” come detto precedentemente, ma, sempre come detto precedentemente, è una cosa da ponderare attentamente. Non essendoci un cattivo che possa adattare i piani, il fermare un Oscuro Presagio il più delle volte ferma il Pericolo… a meno di colpi di scena! Nell’esempio del vulcano, l’unico modo di fermare gli Eventi è trovare il modo di fermare l’eruzione vulcanica. Durante la scansione degli eventi, i PG possono cercar di capire come fare, aiutare chi ne ha bisogno o qualsiasi altra cosa. Trovato il modo di fermare il vulcano dovranno andare lì e fermarlo. Volete un colpo di scena? Troveranno qualcuno che li sta aspettando perché lui vuole che il vulcano erutti! Tutte le difficoltà incontrate erano causa sua!
Bim! Bum! Bam! Da Eventi a Nemico in un passo solo :smiley:

Variante del Fronte: l’ascesa dei PG
Dopo una bella campagna i vostri PG hanno finalmente trovato il modo di chiudere le Porte Oscure, fermare le Ombre Notturne ed affrontare i Cavalieri dell’Apocalisse! È giunto il momento che i PG si addentrino nei Territori della Notte e sconfiggano il Re Lich! In questo esempio abbiamo sì un nemico ma non è lui a fare i piani; le parti si sono invertite: sono i PG che fanno i piani ed avanzano nel suo territorio al fine di sconfiggerlo! I Fronti possono aiutare? Ovvio che sì! Di base basta invertire le cose: gli Oscuri Presagi ed il Disastro Incombente riguardano il nemico e sarà lui a cercare di arginare l’avanzamento. Per farlo funzionare bene, bisogna usare due accorgimenti. Il primo e più ovvio: la costruzione degli Oscuri Presagi. Voi non avete il controllo su ciò che faranno i vostri PG o su quali siano i loro piani, quindi non potete basarvi su di questo per crearli. Ma voi conoscete i Territori della Notte, le risorse del Re Lich e quello che i PG dovranno fare per distruggerlo (esempio banale: trovare e distruggere il suo filatterio). Quindi mettete in sequenza questi “passi per voi necessari” e vedete di trasformarli in Oscuri Presagi, affinché il Re Lich possa accorgersi che si sta avvicinando la sua disfatta e mettere i bastoni fra le ruote ai PG. Il secondo accorgimento è che questi Oscuri Presagi per il nemico li consideriate molto “malleabili”: non è detto che i PG facciano l’ordine che avete stabilito, di conseguenza dovete essere pronti a spostare gli Oscuri Presagi. Inoltre c’è la possibilità che i PG vi sorprendano con idee che voi non avete avuto e che vi portino a rivalutare i “passi per voi necessari”. Fatelo! Questa tecnica non serve a costringere i PG secondo la vostra scaletta ma a tener sott’occhio cosa sta succedendo in modo tale da far reagire il cattivo con cognizione di causa. Se i PG trovano nuove strade, cancellate e riscrivete. Ultimo ma non ultimo: voi conoscete i piani dei PG ma non il vostro cattivo. Ricordatevi di farlo agire solo in base alle informazioni che può recuperare dagli Oscuri Presagi che non è riuscito a fermare (che poi è il motivo vero per cui vi serve segnarveli).

Ciao :slight_smile:

2 Mi Piace

5 messaggi sono stati spostati in un nuovo Argomento: Sciame di creature?

Riporto la parte rilevante a questo argomento del messaggio spostato di @paolo_viglione

Comunque, io continuo a faticare sui fronti :frowning:
Esiste qualche esempio pratico di un fronte già “scritto”, di una cosa semplice e comprensibile, da cui si capisca un po’ che aspetto ha un fronte reale? Ho trovato on-line una cartella con quelli che se ho ben capito sarebbero fronti già pronti, ma sono, francamente, incomprensibili se (credo) non si padroneggia già la materia in modo perfetto…

Secoli fa, avevo postato la preparazione della mia prima avventura di Dungeon World. Vedo se la trovo.

sarebbe molto figo, grazie! perché, davvero, le poche cose che ho trovato sembrano arabo

Paolo, se ti va, facciamo un gioco. Immagina di essere il mio giocatore, e immagina che io sia il Master.
Scrivimi questo:

  • Che campagna stiamo giocando? Fantasy oscuro, alla Dark Souls? Fantasy gioioso, alla Totoro? Fantasy esagerato, alla Final Fantasy?
  • Come si chiama il tuo personaggio? Qual’è il suo passato? Chi è la persona alla quale è più legato? Perchè si è mosso per andare all’avventura, cosa sta cercando?

Per ognuno di questi elementi, non scrivere un tema, basta una riga o due. Partendo da qui, ti farò un esempio di Fronte.

1 Mi Piace

uh! Dal mio punto di vista, questo mi pare un approccio talmente tanto antintuitivo (per me) che non può che essere interessante! Cioè mi stai dicendo che l’approccio reale è che io (master) non invento una storia o una situazione, ma la lascio in un certo senso inventare ai giocatori? Cioè è proprio questo l’approccio, così tanto?

Proviamo. Io sono il giocatore. Il genere di fantasy che mi piace… già non conosco gli esempi che mi porti! :slight_smile: Io non sono particolarmente appassionato di fantasy, lo ammetto. Purtroppo da piccolo ho letto subito il signore degli anelli, e questo, credo, mi ha un po’ rovinato tutto il resto… Ho provato ogni tanto, ho retto ciclo di Leiber su Fafhrd e il Gray Mouser che è molto bello, e ovviamente Dune che pur non essendo fantasy in senso stretto, direi che lo è comunque.

Ok, quindi non saprei dirti, ma direi un fantasy serioso un po’ alla Signore degli.

Chi è il mio personaggio: ovviamente nei miei esperimenti è mio figlio, quindi il nome è facile: Arthur di MonteMale, la storia potrebbe essere che è un giovanotto allevato/addestrato alla corte del castello di MonteMale, ma che in realtà è figlio di un artigiano che abita in una delle cascine che si raccolgono attorno alla chiesa di Santa Lucia, ai piedi della collina del castello.
Sta cercando in modo scomposto qualcosa tipo avventura/gloria/viaggi… insomma è un ragazzino che pensa che il mondo la’ fuori sia tutto una figata eroica e tesori che lo aspettano.

Che ne dici? Se vuoi possiamo aggiungere che siamo nel mezzo di un’epidemia e magari questo spinge molti a cambiare aria, tanto per legarci alla realtà ancora di più :wink:

(lo so, sono già stato troppo lungo)

Non è esattamente quello che stavo dicendo, però ci va vicino. DW insegna al Master a fare tante domande ai giocatori, e di costruire sulle loro risposte. Questo è utile almeno per due motivi:

  • ovviamente ti alleggerisce il carico, perché talvolta lasci che siano loro ad inventare al posto tuo;
  • ma soprattutto ti fa capire a cosa sono più interessati, quindi gli offrirai una storia, delle situazioni, che probabilmente gli interesseranno di più.

Torniamo a noi. Ok, fantasy alla Signore degli Anelli. Leggo quello che mi hai scritto sul personaggio. Ecco cosa creerei se fossi il tuo Master:

FRONTE: "L’Ultima Corruzione"
1° PERICOLO: “Gherxadurr Ombra della Luna”
Nemici Arcani - Signore dei Non-morti (impulso speciale: sopravvivere ai Marchi di Luna)
L’ultimo drago presente al mondo, Gherxadurr Ombra della Luna, è in segreto il Signore di ogni razza che cammina sulla terra. Ormai costretto all’immobilità, è comunque circondato da creature che subdolamente si insinuano in ogni città, e ne compiono i voleri.
Disastro Incombente: Tirannia! Gherxadurr diviene a tutti gli effetti un Dio in terra, ormai impossibile da sconfiggere. Le genti saranno schiave del suo volere per l’eternità!

2° PERICOLO: “La Nobiltà Fantoccio”
Organizzazioni Ambiziose - Governo Corrotto (impulso: mantenere lo status quo)
Vorigan di MonteMale non è un buon nobile a capo delle sue terre. Per essere precisi, non è nemmeno un uomo. E’ un mostro astuto che ha preso la pelle del vero Vorigan, quando ancora era ragazzo, ed ora governa su MonteMale con uno scopo: tenere sotto il suo controllo i giovani, per essere sicuro che nessuno di questi porti il Marchio di Luna.
Disastro Incombente: Usurpazione! Quando l’ultimo Marchio di Luna verrà scovato e condotto a Gherxadurr, in questa Era non ci saranno più pericoli in grado di minacciare il Signore Drago.
Oscuri Presagi:

  • I servitori di Vorigan, uomini del castello, cominciano a girare cercando qualcosa.
  • Jenevien, la figlia dell’addestratore di cani, viene catturata senza motivo apparente.
  • Vorigan prepara una spedizione: la sua carrozza, uomini fidati, e un carro con pesanti sbarre di ferro.
  • La spedizione di Vorigan parte di notte, portando nel carro Jenevien prigioniera, alla capitale del Regno.
  • Gherxadurr consuma l’anima di Jenevien, una portatrice del Marchio di Luna, eliminando così uno dei pochi pericoli rimasti al mondo per lui.

Poste in Gioco:

  • Perché Arthur, che è figlio di un artigiano del villaggio, è stato cresciuto ed addestrato al castello?
  • Jenevien è davvero l’ultima portatrice del Marchio di Luna?
  • Il Marchio di Luna può essere trasferito da una persona ad un’altra?
  • C’è un servitore di Gherxadurr che si è affezionato agli uomini, e che tradirà il vecchio Drago?

FRONTE: "I Miasmi dell’Era Antica"
Un pò ovunque comincia a sorgere una strana nebbia. All’occhio comune non è che una normale foschia mattutina, ma i saggi cominciano a credere che sia legata all’epidemia di CoronaCremisi che sta attanagliando molte città.
La foschia è magicamente emessa dagli antichi resti dei draghi, sotterrati in profondità nelle ere antiche dopo essere stati battuti dagli eroi del tempo.
1° PERICOLO: “Le Rovine di un’altra Era”
Luoghi Maledetti - Regno delle Ombre (impulso: corrompere o consumare i viventi)
Sotto le città ci sono rovine di ere precedenti. Dentro queste rovine sono sepolti i resti dei draghi sconfitti. Solo muoversi attraverso le rovine, e individuare i luoghi di sepoltura, sarà una grande sfida.
Disastro Incombente: Pestilenza! I miasmi magici che provengono dai corpi dei draghi corromperanno per sempre menti e corpi degli abitanti di superficie!

2° PERICOLO: “Vecchie Rovine, nuovi Abitanti”
Orda - Abitanti del Sottosuolo (impulso: difendere le proprie strutture dagli estranei)
Le rovine sono abitate di mostri, molti dei quali sono aberrazioni che non hanno mai visto la luce del sole. Molti di loro usano armi e attrezzi ricavati dai corpi dei draghi, che portano grande dolore e rovina alle povere vittime che dovessero affrontarli.
Disastro Incombente: Tirannia! Spinte dal richiamo della sofferenza in superficie, i mostri saliranno, diventando la nuova razza dominante sulla terra!


Ok, solo con questi due Fronti e col paio di pericoli indicati ne hai da giocare per mesi, volendo.
Nota che, per brevità, ho indicato gli Oscuri Presagi e le Poste in Gioco solo per il pericolo “La Nobiltà Fantoccio”. Inoltre, non ho indicato, sempre per brevità, il Cast dei vari pericoli, anche se ovviamente i protagonisti principali sono già saltati fuori (ma sicuramente avrei già dovuto preparami alcuni dei servitori maggiori di Vorigan, il padre di Jenevien, e sicuramente un buon saggio alla Gandalf che sa parecchie cose dei Marchi di Luna, e che probabilmente avrebbe incrociato prima o poi Arthur).
Spero che questo esempio ti aiuti a capire la meccanica che sta dietro a questa parte importante di preparazione del GM.

Se ti va, potresti provare a creare gli altri dettagli, per gli altri Pericoli.

1 Mi Piace

uhhhhh…

allora, intanto grazie per lo sforzo! Questa faccenda è molto interessante e me la devo stampare e studiare con calma. Ammetto che comunque faccio lo stesso fatica ad orientarmici, ma mi rendo conto che è materiale prezioso. Una domanda: alla prima sessione basata su questo fronte, tu COSA mi dici? Cioè come parte la storia all’atto pratico? Forse è questo il gancio che mi manca…

Poi una cosa particolarmente buffa: ovviamente tutta l’ambientazione che ti ho raccontato l’ho creata sul momento, ma partendo da dati reali. La cosa strana è che tu mi hai aggiunto il personaggio di Jenevien. Bene, una volta che sia finita sta faccenda del corona, l’idea era di permettere a mio figlio di giocare con dei suoi amichetti locali (sai qua sotto la collina del castello di Montemale non è che siamo così tanti) a dungeon… uno di questi amichetti molto caldo sui giochi fantasy e di ruolo abita qua vicino, ed ha una sorella, e i suoi genitori hanno molte bestie ed allevano in particolare cani poi da rivendere. Quindi ci sono proprio tutti!

No, @paolo_viglione, alla prima sessione si parte non preparati. I fronti si creano e aggiornano soltanto tra una sessione e l’altra, in base a quello che si è stabilito nella sessione precedente.

https://www.dungeonworld.it/prima-sessione

2 Mi Piace